Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La diversità che fa crescere, le sfide nel mondo del lavoro

La diversità che fa crescere, le sfide nel mondo del lavoro

L'evento ANSA

ROMA, 16 giugno 2023, 16:27

Redazione ANSA

ANSACheck

La locandina dell 'evento - RIPRODUZIONE RISERVATA

La locandina dell 'evento - RIPRODUZIONE RISERVATA
La locandina dell 'evento - RIPRODUZIONE RISERVATA

La diversita' e l'inclusione sono un valore:  non solo morale ma un ben preciso fattore economico e di sviluppo che fa crescere le aziende e la società . E a  "La diversità che fa crescere", 'iniziative e progetti sul luogo di lavoro e nella società, è dedicato il nuovo appuntamento in streaming organizzato dall'ANSA e dedicato ai temi dell'Agenda 2030. Diversità e inclusività nel mondo del
lavoro non sono solo temi con un valore morale, ma possono essere un forte fattore di sviluppo aziendale. Se ne è parlato nel corso dell'evento "La diversità che fa crescere", 'le sfide
nel mondo del lavoro', organizzato dall'ANSA e dedicato ai temi dell'Agenda 2030, che ha visto confrontarsi istituzioni e mondo delle imprese.
   Il tema dell'inclusione lavorativa "è fondamentale" per la ministra per le Disabilità Alessandra Locatelli, che ha annunciato cambiamenti per la primavera del 2024, che riguardano l'accertamento della condizione di invalidità civile il progetto di vita cioè la valutazione di base multidimensionale della persona con disabilità. Sull'accertamento della condizione di invalidità civile "si supereranno quelle che sono le tabelle, le
percentuali rigide aggiungendo la valutazione proprio rispetto alla funzionalità della persona. Quindi non pensando più solo alla capacità residua delle persone di lavorare, ma immaginando quelle che sono le capacità, le potenzialità e le funzionalità stesse della persona".
   Sono ancora forti le discriminazioni in ambito lavorativo, specialmente legate a fattori etnici, a disabilità o età. Per questa ragione l'Unar, Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali, sta lavorando "un'azione nazionale antidiscriminazione con un asse specifico sul lavoro", ha detto il coordinatore Unar, Mattia Peradotto.
   Le aziende rispondono al problema mettendo in campo una serie di iniziative. In Amazon, ad esempio, si lavora "per venire incontro a tutti i tipi di diversità, a partire da quella di genere - aumentando il numero di donne, con politiche di flessibilità degli orari e dei turni, congedi parentali estesi - ma anche sulla disabilità, ad esempio con il progetto con l'Ente nazionale sordi", ha spiegato la Country manager di Amazon
Italia e Spagna, Mariangela Marseglia, che ha ricordato come mettere al centro delle politiche di business l'inclusione possa portare differenze fatturato fino al 20%. L'inclusione "porta valore per le imprese" anche secondo il direttore Risorse umane e organizzazione di Italgas, Peter Durante. Per questo l'azienda ha sviluppato una serie di progetti dal basso sul tema, coinvolgendo i dipendenti. Per Baker Hughes, fondamentale è la "formazione delle persone, a partire proprio dai manager, dalla consapevolezza del linguaggio che usano", ha detto la vicepresidente comunicazione e marketing, Sara Hassett.

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza