Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cartabellotta,'Ssn a bivio,politica scelga se rilanciare sanità'

ANSAcom

Cartabellotta,'Ssn a bivio,politica scelga se rilanciare sanità'

ANSAcom

In collaborazione con Assosalute

Oppure transitare da sistema universalistico a misto

Roma, 07 novembre 2023, 13:46

ANSAcom

ANSACheck

ANSAcom - In collaborazione con Assosalute

"Il tempo della manutenzione ordinaria per il Servizio sanitario nazionale è scaduto perché di fatto negli ultimi 15 anni tutti i Governi o non hanno finanziato o hanno tagliato la sanità pubblica. Non l'hanno riformata. Per cui oggi il bivio è se vogliamo rilanciare un sistema sanitario pubblico universalistico, anche per festeggiare i 45 anni della legge istitutiva, oppure vogliamo transitare a un sistema misto, cambiando modalità di finanziamento e di organizzazione dei servizi sanitari. Io credo che questa sia la prima risposta che la politica oggi debba dare”. Lo dice il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, in occasione dell’incontro organizzato a Roma da Asssosalute 'Ssn al bivio: pubblico o privato?'. “Il DM 77 - prosegue Cartabellotta - ovvero la normativa che fa parte del PNRR missione salute che abbiamo rendicontato all'Europa, prevede una vera e propria rivoluzione dell'assistenza sanitaria territoriale. Solo che è stata scritta bene sulla carta, ma è tanto difficilmente attuabile sul territorio, perché di fatto abbiamo 21 servizi sanitari regionali che nel corso degli ultimi vent'anni hanno investito e organizzato diversamente servizi sanitari territoriali”.

“Un esempio per tutti - prosegue- riguarda uno degli obiettivi più importanti, cioè assistere circa il 10 per cento della popolazione in assistenza domiciliare delle persone che hanno più di 65 anni. Ci sono Regioni che di fatto sono prossime al traguardo, Regioni che devono incrementare del 350-450 per cento quelli che sono i pazienti assistiti nel 2019. Quindi è evidente che quando le 21 Regioni partono da punti così diversi il raggiungimento degli obiettivi nazionali è fortemente ostacolato”. “Oggi - conclude - anche il sistema dei piani di rientro possiamo definirlo fallimentare perché da un lato ha riequilibrato il bilancio delle Regioni interessate, ma dall'altro non ha tenuto fede a quello che è il suo nome originale di riqualificazione e riorganizzazione dei servizi sanitari. Di fatto, le Regioni del Sud in questi ultimi anni hanno praticamente accumulato ulteriore ritardo rispetto a quelle del Nord. Quindi è importante anche ai fini dell'implementazione del PNRR che ci sia una nuova modalità con la quale lo Stato possa affiancare e potenziare le Regioni del Sud e la risposta a mio avviso non può essere quella del regionalismo differenziato, delle autonomie differenziate, che così come sono previste inevitabilmente finiranno per aumentare il gap”. 

ANSAcom - In collaborazione con Assosalute

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza