Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Castellone, investire in sanità, Governo ha tagliato

ANSAcom

Castellone, investire in sanità, Governo ha tagliato

ANSAcom

In collaborazione con Assosalute

Investimenti inferiori a pre-pandemia

07 novembre 2023, 15:27

ANSAcom

ANSACheck

La senatrice Maria Domenica Castellone - RIPRODUZIONE RISERVATA

La senatrice Maria Domenica Castellone - RIPRODUZIONE RISERVATA
La senatrice Maria Domenica Castellone - RIPRODUZIONE RISERVATA

ANSAcom - In collaborazione con Assosalute

Per quanto riguarda la sanità occorre mantenere degli obiettivi da raggiungere: questi obiettivi “devono essere intanto garantire a tutti i cittadini lo stesso diritto alla tutela della salute che è sancito all'articolo 32. Per fare questo la politica, ma le istituzioni in generale, devono investire in sanità. Questo Governo sta tornando a investire meno di quanto si spendeva prima della pandemia, quindi di fatto sta tagliando risorse al Servizio sanitario nazionale, che invece ha bisogno di finanziamenti, perché non si possono dare 2 miliardi in 3 anni al privato accreditato e poche briciole al pubblico solo per il rinnovo dei contratti”. Lo afferma la senatrice Maria Domenica Castellone, vicepresidente del Senato, in occasione dell’incontro di Assosalute “Ssn al bivio: pubblico o privato?". “Poi - aggiunge - dobbiamo valorizzare il personale sanitario, bisogna superare il blocco delle assunzioni di personale, assumere il nuovo personale, valorizzare chi lavora nel pubblico. E poi dobbiamo avere il coraggio di una riforma che preveda un cambio nella governance del servizio sanitario nazionale: per governance intendo un rapporto tra pubblico e privato che deve essere integrativo e non sostitutivo come oggi, per nuova governance intendo un rapporto tra ospedale e territorio in cui il territorio davvero deve funzionare come filtro agli ospedali perché le persone hanno bisogno di una medicina che sia sempre più vicina al luogo in cui la persona vive, per governance intendo anche un diverso rapporto tra lo Stato e le Regioni che oggi non riescono a garantire a tutti i cittadini lo stesso accesso alle cure se pensiamo che ogni anno si spendono oltre 4 miliardi di euro in migrazione sanitaria”. “In questo momento -conclude Castellone- dovremmo rafforzare l'indirizzo dello Stato centrale, mentre vediamo che questo Governo va avanti col progetto di autonomia differenziata che addirittura darà alle Regioni il potere di fare contratti diversi ai medici, agli specializzandi. È chiaro che quell'indirizzo è totalmente contrario rispetto invece alla linea che ci ha indicato la pandemia e che ci ha indicato l'emergenza dalla quale stiamo appena uscendo”.

ANSAcom - In collaborazione con Assosalute

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza