Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Ricomincia l'anno ricomincia la lotta', sit-in licei romani

'Ricomincia l'anno ricomincia la lotta', sit-in licei romani

"Gli edifici cadono a pezzi. Vogliamo un tavolo con il ministro"

ROMA, 13 settembre 2023, 16:37

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Ricominciamo l'anno ricomincia la lotta per una nuova scuola pubblica". Queste le parole pronunciate e scritte sugli striscioni esposti davanti ai licei romani, prima del suono della campanella. Sono oltre 25 gli istituti in cui oggi sono state organizzate le azioni di protesta dagli studenti del movimento Osa per l'inizio di questo nuovo anno scolastico "partito a suon di rincari dei testi scolastici, annunci di riforme aziendaliste della scuola e carenze storiche degli istituti italiani". "La scuola non è più un luogo di formazione. Gli edifici cadono a pezzi", affermano i giovani davanti all'Albertelli, mentre al Russell denunciano le condizioni in cui versa l'edificio: "Alla succursale del liceo Russell non abbiamo nulla", ripete uno studente. Ora quindi le prossime mosse: "Dobbiamo combattere per i nostri spazi.
    Chiederemo al ministero un tavolo. Per una nuova scuola pubblica", affermano i giovani.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza