Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Volvo Cars cede parte di Polestar per sostenere investimenti

Volvo Cars cede parte di Polestar per sostenere investimenti

Ceo Jim Rowan conferma anche "aggiornamento dei modelli plug-in"

ROMA, 16 febbraio 2024, 17:45

Redazione ANSA

ANSACheck

L 'Ad di Volvo Jim Rowan - RIPRODUZIONE RISERVATA

L 'Ad di Volvo Jim Rowan -     RIPRODUZIONE RISERVATA
L 'Ad di Volvo Jim Rowan - RIPRODUZIONE RISERVATA

Ci sono diverse novità nel futuro di Volvo sia a livello di gamma di prodotto che di assetto societario. Come ha precisato il ceo dell'azienda sino-svedese Jim Rowan durante un recente incontro con gli azionisti, il lancio di "tre nuove vetture completamente elettriche (EX30, EX90 ed EM90 ndr) amplierà in modo significativo l'offerta di Volvo Cars a livello globale, aiutandola a inserirsi con profitto in nuovi segmenti demografici e di mercato mai esplorati in precedenza".
    Rowan ha però aggiunto anche che "oltre a ciò, Volvo Cars aggiornerà i suoi modelli ibridi plug-in, che rappresentano un importante punto di passaggio verso l'elettrificazione completa.
    Insieme alle auto a trazione completamente elettrica, queste vetture contribuiscono a creare un'offerta Volvo Cars ampia e interessante per l'attuale mercato globale".
    "Vediamo - ha detto il ceo di Volvo Cars - che molti consumatori scelgono l'ibrido plug-in come primo passo verso l'elettrificazione completa, e la prossima auto che acquisteranno sarà un'auto completamente elettrica".
    Volvo Cars prevede che ciò stimolerà quest'anno una crescita che comporterà un aumento significativo della quota di auto completamente elettriche rispetto al 2023. Inoltre, i nuovi modelli elettrici contribuiranno a ridurre ulteriormente il divario di margine tra modelli elettrici e quelli con motore termico nel 2024.
    La nuova elettrica entry-level di Volvo EX30, in particolare, è destinata a fornire margini lordi del 15-20% e avvicina l'azienda a tale obiettivo. Volvo Cars prevede inoltre che la prossima EX90, che entrerà in produzione nel secondo trimestre, e la EM90, entrambe di dimensioni grandi, contribuiranno a colmare il divario tra i margini dei veicoli elettrici e quelli Ice.
    "Sono fermamente convinto che l'impegno profuso nel 2022 e nel 2023 ci permetterà di raggiungere i nostri obiettivi per gli anni a venire - ha dichiarato Rowan - La nostra strategia è ben definita. E riteniamo sia quella più giusta per Volvo Cars, per i nostri clienti e per l'ambiente".
    Ma nello stesso incontro con gli analisti è emerso come Volvo Cars stia entrando in una fase decisiva del suo percorso di trasformazione.
    Nel periodo fino al 2025, Volvo Cars farà quegli investimenti (strutturali e strategici) necessari per gettare le basi tecnologiche del suo successo futuro e ciò comporterà un aumento temporaneo degli investimenti che torneranno a livelli normali.
    In questo ambito di riprogrammazione finanziaria, Polestar (che dal 2015 è controllata interamente da Volvo Cars) si sta preparando a seguire lo sviluppo della Casa Madre e a "concentrare tutte le risorse sul viaggio intrapreso.
    "E' in atto al riguardo - prosegue la comunicazione agli azionisti - una valutazione della possibilità di un adeguamento della partecipazione di Volvo Cars in Polestar, anche attraverso una distribuzione di azioni a favore degli azionisti".
    E' stato sottolineato che ciò "potrebbe far sì che Geely Sweden Holdings diventi un nuovo azionista di rilievo. Geely continuerà a garantire a Polestar pieno supporto operativo e finanziario anche in futuro. Pertanto Volvo Cars non fornirà ulteriori finanziamenti a Polestar, ma estenderà il periodo di rimborso del prestito convertibile di 18 mesi, fino alla fine del 2028.
    L'azienda ha comunque precisato che la stretta collaborazione a livello operativo tra Volvo Cars e Polestar nelle aree di R&S, produzione, postvendita e commerciale "continuerà a beneficio di entrambe le aziende".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza