Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

L'originale dune buggy Manx di Bruce Meyers compie 60 anni

L'originale dune buggy Manx di Bruce Meyers compie 60 anni

Nato in California utilizzando telaio e meccanica del Maggiolino

ROMA, 19 febbraio 2024, 19:28

Redazione ANSA

ANSACheck

L 'originale dune buggy Manx di Bruce Meyers compie 60 anni - RIPRODUZIONE RISERVATA

L 'originale dune buggy Manx di Bruce Meyers compie 60 anni -     RIPRODUZIONE RISERVATA
L 'originale dune buggy Manx di Bruce Meyers compie 60 anni - RIPRODUZIONE RISERVATA

 Siamo agli inizi degli Anni '60 e in California un giovane surfista, appassionato costruttore di barche e laureato all'Art Center School di Los Angeles, immagina di poter costruire in veicolo semplice e adatto a scorrazzare sulle dune costiere e - dove permesso - sulle spiagge.

 

 
    Dai primi disegni, e dall'idea di utilizzare un telaio completo di sospensioni, motore cambio (quello del Maggiolino, molto diffuso anche presso i demolitori, si passa ala costruzione di una carrozzeria originale, rigorosamente aperta e rigorosamente in vetroresina, il materiale usato per le cariche.
    L'invenzione si chiama Manx ed è un inedito dune buggy (letteralmente calesse per le dune), leggero, irriverente e capace di compiere acrobazie sulla sabbia. A firmarla è Bruce F Meyers che - lo specificò in una intervista del 2009 - era partito dalla constatazione che molti demolitori californiani avevo vere cataste di telai completi del Maggiolino.
    Il Manx venne così presentato ufficialmente nel 1964, esattamente 60 anni fa, e conquistò tutti - compresi i primi clienti che compravano il solo body in vetroresina e poche altre parti realizzate per da Meyers per assemblarli nel garage di casa - per il pavimento piatto, per le sospensioni a braccio longitudinale molto compatte, per il peso ridotto e per la disposizione posteriore del motore che permetteva una guida in perenne controsterzo.
    Meyers chiamò l'originale primo dune buggy Old Red e descrisse come ne aveva creato il design in un'intervista del 2012. "Sono un artista e volevo portare nel Manx un senso di movimento. I dune buggy dovevano mandare un messaggio preciso: creare divertimento". Ed aggiunse: "la parte superiore dei paraurti anteriori doveva essere piatta per poter appoggiare un paio di birre, i lati dovevano essere abbastanza alti da tenere lontani fango e sabbia dagli occhi. E il tutto doveva essere compatibile con la meccanica del Maggiolino. Poi ho aggiunto una forma femminile e quello spirito di avventura che desideravo". Dopo avere ha protetto il copyright del design e avere aperto la società B.F. Meyers & Co, il giovane surfista californiano iniziò a vendere il suo dune buggy in kit (era la seconda generazione più facile da costruire) che costava 535 dollari. E nel 1966 il Manx originale partecipò ad una prova fuoristrada 'estrema' In Messico cercando di percorrere i 1533,2 km - che comprendevano varie aree desertiche - che dividono Tijuana a La Paz nel minor tempo possibile.
    Ci riuscirono lo stesso Meyers, che insieme al copilota Ted Mangels impiego solo 34 ore e 45 minuti (il record precedente era di 39 ore) e il risultato sul percorso di quella che oggi è diventata la celebre corsa Baja 1000 fece salire alle stelle la notorietà del Manx.
    Meyers chiuse la sua attività diretta nel 1971 dopo aver prodotto e venduto circa 6.000 dei suoi ormai iconici dune buggy, con clienti del calibro di Steve McQueen ed Elvis Presley. Moltissimi, in quel periodo, anche gli 'imitatori' che secondo stime - infrangendo il copyright di Meyers - produssero circa 300.000 'calessi per le dune' ispirati al Manx.  
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza