Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Smog: a Lucca e nella Piana limite 18 gradi temperatura media

Smog: a Lucca e nella Piana limite 18 gradi temperatura media

Nuova ordinanza per evitare superamento valori polveri sottili

LUCCA, 29 febbraio 2024, 17:45

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per diminuire il rischio di superamento del valore limite giornaliero delle polveri sottili (PM19), i Comuni di Lucca, Capannori, Altopascio, Porcari e Montecarlo, a tutela della salute dei cittadini hanno deciso, sulla base del Pac d'area, di emettere una nuova ordinanza che ribadisce alcune misure fino al 31 marzo e introduce, sempre fino al 31 marzo, il limite di 18 gradi (con tolleranza di 2 gradi) per le temperature medie nelle case, nei negozi, nei pubblici esercizi e negli edifici pubblici fatta eccezione per le strutture sanitarie. Per gli esercizi commerciali e gli edifici con accesso al pubblico prosegue poi l'obbligo di chiusura delle porte di accesso.
    L'ordinanza ricorda e ribadire che fino al 31 marzo persiste il divieto di combustione di biomassa all'aperto (abbruciamento dei residui vegetali derivanti da attività agricole e forestali, di pulizia di parchi, giardini ed aree agricole, boscate o verdi, da attività di cantiere, artigianali, commerciali o di servizi o produttive in genere). Prosegue, si spiega, anche il divieto di utilizzo dei generatori di calore alimentati a biocombustibile solido, con classe di prestazione emissiva inferiore a '3 stelle', compresi i focolari aperti, laddove non rappresentino l'unico sistema di riscaldamento. Sono esclusi i generatori di calore che rappresentano l'unico sistema di riscaldamento per l'abitazione o che sono utilizzati nelle aree collinari e montane poste a quota maggiore di 200 metri sul livello del mare.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza