Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Vino: Uiv, da Commissione Ue caos su nuova etichettatura

Vino: Uiv, da Commissione Ue caos su nuova etichettatura

Imprese in fuorigioco, serve modifica urgente

ROMA, 24 novembre 2023, 18:14

Redazione ANSA

ANSACheck

Centinaia di milioni di etichette già stampate che rischiano di andare al macero, milioni di bottiglie di vino già immesse sul mercato che risulteranno "fuorilegge".
    La burocrazia della Commissione europea colpisce ancora una volta il vino dell'Unione e, a 2 settimane dall'adozione della nuova normativa sull'etichettatura (prevista l'8 dicembre), "cambia le carte in tavola pubblicando oggi linee guida che di fatto azzerano quanto accordato". A renderlo noto è l'Unione italiana vini (Uiv), che assieme al Comitato europeo delle aziende vitivinicole (Comité Vins - Ceev), chiede la modifica urgente delle Linee guida pubblicate questa mattina, che di fatto mettono in fuori gioco un'economia europea da 147 miliardi di dollari l'anno.
    Nel merito, con le linee guida relative alla nuova etichettatura dei vini circa l'indicazione degli ingredienti è bastato - informano in una nota - un cavillo per cambiare le regole del gioco, se fino a ieri, infatti, era inteso- precisano comunicare la lista degli ingredienti attraverso un Qr code con la lettera "i" (di informazione), oggi la Commissione ha imposto- sottolineano l'inserimento - contro la volontà principali Paesi produttori - anche del termine "ingredienti".
    "C'è un'Europa - commenta il segretario generale di Unione italiana vini (Uiv), Paolo Castelletti- che a volte si fa matrigna con le sue imprese e purtroppo ciò sta accadendo sempre più spesso con quelle del nostro settore. Le aziende vinicole, assieme a Uiv, sono da sempre sostenitrici della trasparenza nei confronti dei consumatori, come dimostra il fatto che, per primo, l'intero comparto abbia già adottato quanto previsto dal Regolamento Ue 2021/2117. Oggi un dietrofront, con la sorpresa di una nuova interpretazione al regolamento che rappresenta un buco nero sul futuro delle nostre imprese".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza