Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La Mozarteum-Orchester Salzburg a Bologna con Luigi Piovano

La Mozarteum-Orchester Salzburg a Bologna con Luigi Piovano

Il 4 marzo all'Auditorium Manzoni, brani di Shostakovich, Mozart

BOLOGNA, 28 febbraio 2024, 14:54

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Mozarteum-Orchester Salzburg torna a suonare a Bologna dopo ben 36 anni: non accadeva dall'aprile del 1988 quando inaugurò la settima edizione del Bologna Festival con un doppio programma dedicato a Mozart. E proprio al compositore salisburghese, del quale il complesso sinfonico austriaco è considerato uno degli interpreti più accreditati, che sarà indirizzata parte del programma che la Mozarteum-Orchester porterà in tournée in Italia a partire dal 4 marzo alle 20,30 all'Auditorium Manzoni di Bologna per poi riproporlo il 5 nella Cattedrale di San Giovanni Battista a Torino, il 7 al Teatro Mercadante di Napoli e il 10 al Comunale di Carpi.
    Nella duplice veste di solista e di direttore ci sarà Luigi Piovano, da più di 20 anni primo violoncello dell'Orchestra di Santa Cecilia e direttore ospite dell'orchestra salisburghese e di molte altre. L'appuntamento bolognese corona la residenza artistica di Luigi Piovano con Fondazione Musica Insieme, nel cui cartellone questo concerto è inserito, con la quale da alcuni anni vanta una fitta collaborazione che ha coinvolto anche Sir Antonio Pappano (l'ex direttore stabile di Santa Cecilia) col quale spesso si è esibito in duo. Il programma, comune alle quattro serate, è una sorta di confronto tra classicismo e neoclassicismo accostando la celeberrima ultima Sinfonia di Mozart al Primo Concerto per violoncello e orchestra di Dmitri Shostakovich. La Sinfonia Jupiter, la N. 41 in do maggiore K 551 completata a Vienna nell'agosto 1788, fa parte di un gruppo di tre composte in rapida successione durante l'estate di quello stesso anno. Il Concerto in mi bemolle minore Op. 107 del compositore di San Pietroburgo risale invece al 1959, dedicato a Mstislav Rostropovich, che lo eseguì la prima volta nella Sala Grande della Filarmonica di quella che allora si chiamava Leningrado il 4 ottobre con la bacchetta di Evgenij Mravinskij. Una curiosità: domani, 29 febbraio, lo stesso Concerto di Shastakovich verrà presentato a Bologna anche dal violoncellista Ettore Pagano con l'Orchestra del Teatro Comunale in quello che produrrà un inevitale confronto tra due generazioni e di esecutori.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza