Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lo studio sulle minoranze linguistiche presentato al Parlamento europeo

Lo studio sulle minoranze linguistiche presentato al Parlamento europeo

Videsott, "campanello d'allarme. Lingue stanno scomparendo"

26 gennaio 2024, 15:48

Redazione ANSA

ANSACheck

Lo studio sulle minoranze linguistiche presentato al Pe - RIPRODUZIONE RISERVATA

BRUXELLES - Il professore ordinario dell'Università di Bolzano Paul Videsott ha presentato oggi in audizione della Commissione Petizioni del Parlamento europeo lo studio 'Diversità culturale e linguistica - Minoranze e lingue minoritarie come parte della diversità culturale e linguistica europea' sulla situazione delle minoranze linguistiche nel nostro continente. Lo studio, voluto dal dipartimento tematico Diritti dei cittadini e Affari Costituzionali del Parlamento europeo e proprio dalla Commissione PETI ha rilevato che due terzi delle minoranze sono in decrescita in Europa, un segnale che, secondo il professore, "dovrebbe essere un campanello d'allarme per chi si occupa di diversità e ricchezza culturale in Europa". In controtendenza invece alcune realtà come la lingua Ladina, caratteristica del territorio dell'Alto Adige, da cui Videsott è partito per sviluppare il suo studio. "La minoranza ladina è in parte inserita in un contesto autonomo con certi diritti e certe possibilità e in parte inserita in un territorio in cui queste possibilità mancano. Criteri come autonomia dedicata, uso della lingua nell'amministrazione e insegnamento della lingua nelle scuole sono condizioni quadro necessarie per mantenere una minoranza o perfino farla crescere", ha spiegato in audizione il professore dell'Università di Bolzano.

 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

In collaborazione con

O utilizza

Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L’autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute.

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.