Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Genova tra le prime province Ue per incidenti stradali 

Eurostat, il Molise tra le regioni con più alto tasso di vittime 

Redazione ANSA

BRUXELLES, 27 SET - La provincia di Genova, l'alta Toscana e parti dell'Emilia-Romagna presentano le percentuali più alte di incidenti gravi in Italia, oltre 2.900 casi per milione di abitanti. Il Molise è tra i territori Ue con il più alto tasso di vittime stradali, 80 per milione di abitanti, contro un dato Ue pari a 45. Lo mette in evidenza Eurostat, sulla base di dati 2020. Nove delle dieci province Ue con la più alta incidenza di incidenti stradali sono concentrate in Austria. Queste, insieme alla provincia di Genova, sono le uniche nell'Ue con oltre 4.000 incidenti stradali per milione di abitanti nel 2020. Per quell'anno, la Valle d'Aosta non ha riportato vittime.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: