Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borrell, 'sconvolto da vittime Jabalia, proteggere civili'

'Non è solo un obbligo morale ma anche legale'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Basandomi sulla chiara posizione del Consiglio dell'Ue secondo cui Israele ha il diritto di difendersi in linea con il diritto umanitario internazionale e garantendo la protezione di tutti i civili, sono sconvolto dall'elevato numero di vittime a seguito del bombardamento da parte di Israele del campo profughi di Jabalia". Lo dichiara su X l'alto rappresentante per la politica estera Josep Borrell.

"La sicurezza e la protezione dei civili non è solo un obbligo morale, ma anche legale", afferma tra l'altro. Borrell sottolinea di esprimersi "sulla base della chiara posizione del Consiglio dell'Ue secondo cui Israele ha il diritto di difendersi in linea con il diritto umanitario internazionale e garantendo la protezione di tutti i civili".

"Il segretario generale dell'Onu Antonio Guterres ha ricordato che il diritto internazionale umanitario non può essere applicato in modo selettivo, compresi i principi di distinzione, proporzionalità e precauzione - aggiunge l'alto rappresentante dell'Ue -. Il diritto all'autodifesa dovrebbe sempre essere bilanciato dall'obbligo di risparmiare quanto più possibile i civili".

"Le leggi sulla guerra e sull'umanità devono essere sempre applicate, anche quando si tratta di assistenza umanitaria. Con la tragedia in corso a Gaza, l'Unione Europea ha chiesto dalla scorsa settimana corridoi umanitari e pause per i bisogni umanitari - afferma Borrell -. Ogni giorno che passa, la situazione diventa sempre più grave e questo diventa più urgente che mai".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: