Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Genoa: Gilardino 'è un'Inter senza punti deboli'

Genoa: Gilardino 'è un'Inter senza punti deboli'

"Serviranno coraggio, sofferenza e personalità"

GENOVA, 03 marzo 2024, 13:09

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Punti deboli? A oggi ha dimostrato di non averne". Gilardino, tecnico del Genoa, non ha dubbi sull'Inter, avversario di domani sera nel posticipo. "E parlo sia dei singoli e dei reparti. Se non c'è uno gioca un altro e il valore è lo stesso. E' veramente difficile trovare dei punti deboli di questa grande squadra. Negli interpreti sono una squadra incredibile. Hanno tutti in testa l'idea ben chiara e Inzaghi è stato bravo a dare alla sua squadra una identità precisa. Ma in una partita secca può succedere di tutto. E il nostro pensiero è di scendere in campo con coraggio, sofferenza e personalità".
    L'allenatore rossoblù presenta così poi la sfida. "Ci saranno più partite all'interno della gara e noi dovremo essere bravi a giocarla. Dovremo farlo consapevoli delle grandissime qualità della squadra che andiamo ad affrontare e il momento straripante e strepitoso che stanno vivendo ma anche quello che noi siamo stati bravi a creare. E la nostra consapevolezza la dobbiamo portare in campo. Dovremo correre tanto e sacrificarci ma anche essere bravi ad esaltarci".
    Quella tra Gilardino e Inzaghi sarà anche una sfida tra ex attaccanti diventati allenatori. "Una volta si diceva che i difensori e centrocampisti erano più pronti per allenare ma si è dimostrato di no. Penso che quando uno metta tutto sé stesso, studia, impara, lavora, sbaglia e cresce puoi farlo questo mestiere. Si può fare alla grande".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza