Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rapinatore seriale di banche, arrestato un 53enne

Rapinatore seriale di banche, arrestato un 53enne

L'uomo era residente a Orte, nel Viterbese

ROMA, 04 marzo 2024, 15:27

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

I carabinieri di Ascoli Piceno, Osimo e Orte in provincia di Viterbo, hanno arrestato un uomo di 53 anni del luogo, responsabile di tre rapine e una tentata, in un lasso di tempo compreso tra il settembre 2022 e il gennaio 2023.
    Le indagini condotte dalla Procura di Ancona e che hanno portato ieri all'arresto dell'uomo, cominciarono con una rapina messa a segno nel settembre del 2022, nella filiale di una banca di Camerano, in provincia di Ancona.
    In quel caso due persone con il volto coperto da un passamontagna, dopo essersi introdotte nello stabile da una finestra, minacciando uno dei dipendenti si fecero consegnare 140.000 euro.
    All'epoca le indagini effettuate dai carabinieri permisero di individuare tra i probabili responsabili il 53enne che, nel frattempo era divenuto sospettato come partecipante a una tentata rapina fatta nel gennaio 2023 in un banca di Acquasparta nel ternano. Quella volta i malviventi fecero un foro nella parete perimetrale della filiale, ma non riuscendo nel loro intento per l'arrivo dei carabinieri di Terni, scapparono.
    I militari tuttavia, riuscirono ad identificare il 53enne come probabile autore della rapina e a localizzare una struttura ricettiva dove avevano alloggiato i suoi due complici.
    In seguito ulteriori indagini permisero di collegare l'arrestato ad altre due rapine del 2022.
    Una fatta in una banca di Grottammare in provincia di Ascoli Piceno, e l'altra sempre nella stessa provincia, in una banca di San Benedetto Del Tronto. Anche in questi casi i rapinatori a volto coperto, dopo essere entrati da una finestra si erano fatti consegnare dai dipendenti, minacciandoli con un taglierino, una somma complessiva di 141.500 euro.
    In seguito si è appurato che il 53enne, in tutte le rapine aveva svolto il ruolo di basista e palo. Per lui oggi si sono aperte le porte del carcere Mammagialla di Viterbo.
    Nell'ambito della stessa indagine sono state denunciate in stato di libertà altre 4 persone, coinvolte a vario titolo nelle vicende.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza