Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Orban ha scelto il nuovo capo dello Stato ungherese

Orban ha scelto il nuovo capo dello Stato ungherese

Sarà attuale presidente Consulta, Sulyok

ROMA, 23 febbraio 2024, 13:06

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il presidente attuale della Corte costituzionale, Tamas Sulyok, 68 anni, è stato scelto per succedere a Katalin Novak, presidente della Repubblica dimissionaria per lo scandalo in seguito alla concessione di una grazia ad un condannato per crimini nei confronti di minori. Lo ha annunciato in una conferenza stampa il capogruppo del partito di maggioranza governativa Fidesz, Mate Kocsis dopo una riunione del gruppo. L'iniziativa per la scelta è del premier Viktor Orban. Sulyok, un ex avvocato che ha assistito in tribunale molti sodali del governo di Orban, fa parte della Corte costituzionale dal 2014, e ne è diventato presidente nel 2016.
    "Un bravo soldato del regime", lo hanno definito i partiti di opposizione che stanno raccogliendo le forme per sollecitare l'elezione diretta del capo dello stato. Tenuto conto dei numeri di maggioranza che ha Fidesz in Parlamento, l'iniziativa non ha possibilità di essere accolta. La grazia controversa di Novak ha generato un'ondata di sdegno e protesta nell'opinione pubblica, espressa in una manifestazione gigantesca sulla Piazza degli Eroi. In seguito, Orban ha deciso di far dimettere la Presidente.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.