Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Promozione delle imprese in Italia e Serbia, siglato accordo

Promozione delle imprese in Italia e Serbia, siglato accordo

Intesa tra la Cciaa Pordenone-Udine e la Cci della Vojvodina

PORDENONE, 14 febbraio 2024, 15:38

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un protocollo di intesa finalizzato al rafforzamento dei rapporti di collaborazione per la promozione dell'internazionalizzazione delle imprese di Italia e Serbia è stato sottoscritto oggi a Pordenone, tra la Camera di commercio di Pordenone-Udine e la Cci della Vojvodina, regione autonoma situata nel nord della Serbia.
    "Le parti si rendono disponibili a concordare lo scambio di informazioni di tipo economico sui territori di competenza e sulle opportunità commerciali e di business - ha spiegato il vicepresidente della Cciaa Pordenone-Udine, Michelangelo Agrusti - la partecipazione a eventi e missioni imprenditoriali per favorire l'incontro tra imprese delle rispettive regioni e naturalmente possibili forme di supporto alle imprese nell'accesso ai mercati esteri".
    "Sono convinto che ogni accordo di natura commerciale, che poi innesca anche relazioni umane sia con la Serbia sia con la Vojvodina in particolare, divenga elemento che avvicina al processo di adesione all'Ue", ha concluso Agrusti.
    Il presidente della Cci Bosco Vucurevic ha spiegato che "negli ultimi vent'anni gli investimenti italiani nella nostra regione hanno superato il miliardo di euro e una novantina di imprese italiane insediate in Serbia ha trovato 'casa' soprattutto in Vojvodina: mi riferisco in particolare alle aziende del credito, al mercato assicurativo, al tessile e all'automotive".
    "In questo momento - ha detto ancora - l'Italia, per flusso di export, è al terzo posto in Serbia e secondo in Vojvodina.
    L'auspicio, con questo accordo, è che diventi, almeno nella nostra regione, il primo; certo, la concorrenza delle imprese tedesche è molto aggressiva poiché negli anni si sono particolarmente radicate nel tessuto economico produttivo. Ma sono fiducioso in una progressione dei risultati già da quest'anno".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.