Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Serbia Vucic avvia le consultazioni per il nuovo governo

In Serbia Vucic avvia le consultazioni per il nuovo governo

Le opposizioni le disertano, contestano il voto di dicembre

BELGRADO, 26 febbraio 2024, 12:09

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

Il presidente serbo Aleksandar Vucic ha avviato stamane le consultazioni per la formazione di un nuovo governo, dopo le elezioni parlamentari del 17 dicembre vinte largamente dal suo partito conservatore Sns. Un successo tuttavia contestato dalle opposizioni che denunciano brogli e gravi irregolarità e che chiedono per questo l'annullamento del voto e nuove elezioni.
    Per questo le due maggiori formazioni del fronte di opposizione - 'La Serbia contro la violenza' e 'Nada' - hanno fatto sapere di non voler partecipare alle consultazioni. Le prime due forze a essere state ricevute da Vucic sono state due piccole formazioni in rappresentanza delle minoranze albanese e russa: 'La battaglia degli albanesi continua' di Saip Kamberi e il 'Partito russo' di Slobodan Nikolic.
    Il nuovo parlamento si è riunto nei giorni scorsi per la prima seduta costitutiva, ma non ha potuto eleggere il nuovo presidente per la forte protesta in aula da parte dei deputati delle opposizioni. Ieri la premier Ana Brnabic ha ribadito che Belgrado non intende in alcun modo accettare un'indagine internazionale sull'esito del voto di dicembre, come chiesto in una risoluzione adottata nelle scorse settimane dal Parlamento europeo, e appoggiata dall'opposizione serba. Una tale indagine, per la premier, vorrebbe dire rinunciare alla sovranità statale della Serbia e alle sue istituzioni indipendenti. "Non siamo un protettorato", ha detto Brnabic.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.