Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Breton sul caso Altman, 'OpenAi difende i propri interessi'

Breton sul caso Altman, 'OpenAi difende i propri interessi'

'Con AI Act metteremo al primo posto l'interesse generale'

BRUXELLES, 24 novembre 2023, 16:48

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Il licenziamento di Sam Altman da OpenAi e il suo reintegro ha chiarito che la società di ChatGPT "difende i propri interessi", il che "non è sconvolgente, ma tanto vale che lo si dica apertamente". Così il commissario europeo al Mercato Interno, Thierry Breton, al quotidiano francese, La Tribune, tra gli organizzatori dell'evento sull'intelligenza artificiale in corso a Marsiglia.
    Breton ha ripercorso la vicenda, notando come l'ad di OpenAi abbia condotto "una campagna di comunicazione globale sull'IA generativa", presentandosi come "un'azienda no profit, riluttante a regolamentare in nome dell'interesse generale".
    "Poi - ha spiegato - si è scoperto che il suo Cda lo ha licenziato, giudicando la sua visione troppo mercantile. Si dà il caso che OpenAI sia sostenuto da Microsoft" che, a sua volta, "ha i suoi interessi". "Quindi l'azienda se l'è accaparrato subito" mentre la parte del Cda che ha agito in difesa dell'interesse generale "è stata estromessa", ha aggiunto il commissario europeo, evidenziando che con la legge europea sull'IA, in corso di approvazione, l'Ue metterà "al primo posto l'interesse generale".
    "Troveremo un accordo che non sarà lì a difendere chi non vuole assolutamente la regolamentazione" ha sottolineato Breton, sostenendo che ciò "avvantaggia il loro modello di business e fa arricchire più rapidamente i loro azionisti". "L'interesse generale si articola su due livelli - ha aggiunto - da un lato, un ambiente molto favorevole all'innovazione" e dall'altro, "oltre un certo livello, una serie di regole da rispettare in totale trasparenza". 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza