Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Brasile: Google, criticare legge anti-fake news non è abuso

Brasile: Google, criticare legge anti-fake news non è abuso

Bigh Tech chiede alla Corte suprema di archiviare il caso

BRASILIA, 06 luglio 2023, 11:24

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Gli avvocati di Google hanno chiesto alla Corte suprema brasiliana (Stf) di archiviare le azioni legali contro i dirigenti della Bigh Tech per una presunta campagna contro un progetto di legge sulle fake news che ha il sostegno del governo.
    La difesa dell'azienda ha sostenuto che la sua campagna di allerta non è stata "abusiva", come affermato dai ministeri della Giustizia e delle Comunicazioni, e che non vi sono reati imputabili ai sui dirigenti. Secondo i legali, la piattaforma ha contribuito "al dibattito democratico delle idee, e non viceversa".
    Due mesi fa, il giudice della Stf, Alexandre de Moraes, aveva ordinato alla polizia federale di interrogare i dirigenti di Google e costretto l'azienda a rimuovere gli annunci divulgati sulla piattaforma contro il disegno di legge (Pl) 2630 sulle fake news - che secondo Google viola la libertà di espressione - sotto pena di multa in caso di non conformità.
    Moraes aveva anche ordinato la "rimozione di testi e informazioni pubblicati dal blog ufficiale di Google con attacchi al Pl 2630". A sua volta, il pubblico ministero federale ha indagato Google per presunto favoreggiamento di contenuti contrari al Pl sulle fake news nei risultati di ricerca della piattaforma.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza