Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ente periti industriali, 'quasi 30 milioni di avanzo nel 2024'

Ente periti industriali, 'quasi 30 milioni di avanzo nel 2024'

Ok al Bilancio di previsione dell'Eppi; 3,5 milioni sul welfare

ROMA, 01 dicembre 2023, 08:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel 2024 l'Eppi (Ente di previdenza dei periti industriali) prevede di conseguire un avanzo economico "di poco inferiore ai 30 milioni", e di destinare ai servizi di assistenza e welfare per i circa 14.000 professionisti iscritti oltre 3,5 milioni. A renderlo noto la stessa Cassa pensionistica privata presieduta da Paolo Bernasconi, dopo il via libera da parte del Consiglio di indirizzo generale dell'Ente alla proposta di Budget 2024 avanzata dal Consiglio di amministrazione a fine ottobre. Quanto alla capacità contributiva degli associati, è stimata per l'anno prossimo in 95,4 milioni, un dato che, evidenzia l'Eppi, "continua a far ben sperare nella capacità dei professionisti periti industriali di rimanere sul mercato anche in futuro (nel 2022 infatti le dichiarazioni reddituali hanno superato in media i 53.000 euro, valore aumentato di oltre il 60%, rispetto al 2020)". Bernasconi, infine, sottolinea l'impegno dell'Ente per perseguire il più possibile l'adeguatezza degli assegni pensionistici dei periti industriali, "rispetto all'ultimo reddito prodotto dai nostri colleghi. Siamo stati già in grado di raddoppiare, dal 20 al 40%, il tasso di sostituzione.
    Lavoreremo - chiude il presidente - per raggiungere il 60 -70%".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza