Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lo storico Barbero su Pisa, 'c'è chi vuole zittire chi protesta'

Lo storico Barbero su Pisa, 'c'è chi vuole zittire chi protesta'

Il docente torinese invitato in un liceo per l'autogestione

TORINO, 27 febbraio 2024, 19:13

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo storico torinese Alessandro Barbero è intervenuto sui fatti di Pisa e di Firenze, dopo le tensioni tra le forze dell'ordine e gli studenti che manifestavano per la Palestina. Parlando dei regimi autoritari, lo storico ha detto: "Fanno fatica a far stare zitti quelli che protestano. Poi naturalmente ci sarebbe da aprire tutta la pagina di come anche le democrazie occidentali ogni tanto trovano qualcuno che protesti un po' troppo e vogliono far star zitti chi protesta un po' troppo, che si tratti di manganellare dei ragazzi in corteo o di mettere in galera Assange".
    Secondo Barbero, che ha tenuto una lezione ai ragazzi in autogestione del liceo Alfieri di Torino, le proteste possono essere a volte più giustificate a volte meno, "ma in una società complessa come la nostra sarebbe triste il giorno in cui gli studenti non protestassero più contro quello che viene deciso sopra la loro testa". Per lo storico "è una costante della nostra epoca il fatto che nelle scuole esista qualcosa che si chiama movimento studentesco, con cui magari qualcuno è d'accordo e qualcuno no, che percepisce con fastidio le istituzioni che ci governano".
    Durante la lezione in autogestione di Barbero, che è stata anche pubblicata sulla pagina Instagram del liceo, lo storico ha parlato delle guerre in Ucraina e a Gaza e ha risposto alle domande lette da uno studente. Al quesito se la storia sia effettivamente maestra di vita, Barbero ha affermato che "una società che non conosce la storia andrebbe avanti lo stesso, ma senza un grande strumento di comprensione del mondo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza