Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ambra Angiolini in scena con 'Oliva Denaro'

Ambra Angiolini in scena con 'Oliva Denaro'

Lo spettacolo tratto dal romanzo di Viola Ardone

ROMA, 26 gennaio 2024, 19:09

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ambra Angiolini e 'Oliva Denaro' nel suo nuovo spettacolo dal romanzo di Viola Ardone, con la regia di Giorgio Gallione, in tournée in molte città tra cui Bologna, al Teatro Duse l'8 e il 9 marzo e Milano, al Teatro Franco Parenti dal 12 al 21 aprile, presentato da Agidi - Goldenart Production.
    Il romanzo prende spunto dalla vicenda di una ragazza siciliana, Franca Viola, che a metà degli anni 60 fu la prima, dopo aver subito violenza, a rifiutare il cosiddetto "matrimonio riparatore" e la ricostruisce nella magia del racconto . Nel libro Oliva narra, ormai adulta, la sua storia a ritroso, da quando ragazzina si affaccia alla vita fino al momento in cui, con una decisione che suscita scandalo e stupore soprattutto perché inedita e rivoluzionaria, rifiuta la classica "paciata" e dice no alla violenza e al sopruso. "Oliva è un'eroina che come super potere ha anche quello di saper ascoltare gli altri.
    Quando non sa ascolta, quando non comprende chiede. E quando non le viene risposto… 'io non sono favorevole'. È talmente bella da portare in scena questa piccola grande vita, che uno si sente meglio già solo a raccontarla, questa storia" dice Ambra.
    Una storia di ieri e di oggi, che parla di libertà e riscatto, lo stupro fino al 1981 era considerato oltraggio alla morale e non reato contro la persona.
    "Leggi una pagina e dentro ci trovi tanto di quel posto che si chiama 'coraggio' che non vedi l'ora di prenderci la residenza.
    Quella volta però non è andata a buon fine la collaborazione, purtroppo stavo lottando per zittire delle chiacchiere sul mio privato… stavo comunque 'lavorando' sul personaggio mio malgrado e nemmeno lo sapevo. Il regista Giorgio Gallione ne acquista i diritti, qualche anno dopo" spiega la Angiolini che firma con lui la drammaturgia "Abbiamo lavorato dal romanzo al testo teatrale cercando di preservarne la ricchezza e rispettandolo con attenzione e cura. Solo nel finale ho chiesto di poter inserire delle parole di Franca Viola tratte dalle sue interviste, sentivo il bisogno di una parte di 'verità legale'" sottolinea Ambra. Lo spettacolo è impreziosito dal repertorio di canzoni interpretate da Mina, alcune già presenti nel testo letterario di Viola Ardone e si arricchisce con le composizioni musicali a cura di Paolo Silvestri.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza