Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tour 2025 si svela, la prima tappa a Lille è per i velocisti

Tour 2025 si svela, la prima tappa a Lille è per i velocisti

Direttore corsa Prudhomme: 'è una terra che respira ciclismo'

30 novembre 2023, 16:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il grande inizio del Tour de France 2025, a Lille e nell'Hauts-de-France, sarà terreno fertile per i velocisti, che dovrebbero contendersi la prima maglia gialla. E' quanto emerge dalla presentazione del percorso delle prime tappe svelato oggiì a Lille.

La prima tappa, un circuito di 185 km attorno a Lille il 5 luglio 2025, e la terza, di 172 km tra Valenciennes e Dunkerque, dovrebbero sorridere agli specialisti dello sprint, dopo che negli ultimi anni la tendenza è stata di far partire la corsa con tappe collinari. "Sarà la prima volta in una mezza dozzina di anni che un velocista potrà conquistare la prima maglia gialla", ha sottolineato Christian Prudhomme, direttore del Tour de France, durante la presentazione della 'grande partenza'.

Gli scalatori potranno misurarsi nella seconda tappa, tra Lauwin-Planque e Boulogne-sur-Mer (209 km), con due salite negli ultimi dieci chilometri, la costa di Saint-Etienne-au-Mont (900 m all'11%) e poi quella dell'Outreau (800 m all'8,8%). I favoriti della classifica generale dovranno stare in guardia già nel finale, "assolutamente formidabile" secondo Christian Prudhomme. Questa grande partenza, la prima in Francia dal 2021, sarà la quinta nell'Hauts-de-France dopo Lille, già due volte (1960, 1994), Roubaix nel 1969 e Dunkerque nel 2001. "Non potevamo tornare in Francia nel luoghi che non amavano in modo viscerale il ciclismo e il Tour de France - ha sottolineato Christian Prudhomme - Dovevamo tornare in una terra che respira, che prova emozioni, una terra di convivialità. È una terra che respira ciclismo".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza