Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cambiamoagricoltura, dall'agroindustria spallata al Green Deal

Cambiamoagricoltura, dall'agroindustria spallata al Green Deal

"Abile strumentalizzazione delle proteste degli agricoltori'

ROMA, 15 febbraio 2024, 13:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Con l'abile strumentalizzazione delle proteste degli agricoltori, le associazioni agricole e dell'agroindustria hanno dato in queste settimane l'ultima spallata al Green Deal europeo, additato come la principale causa della crisi del settore primario". Lo scrive in un comunicato #Cambiamoagricoltura, coalizione di ong e produttori agricoli bio.
    "Con l'ennesima deroga all'impegno della Politica Agricola Comune di dedicare almeno il 4% delle aree agricole alla conservazione della natura - prosegue la coalizione -, che si somma al ritiro del Regolamento Sur per la riduzione dell'uso dei pesticidi e alla cancellazione degli obiettivi di taglio delle emissioni al 2040 dei gas clima alteranti imputabili all'agricoltura e alla zootecnia, gli obiettivi delle strategie "Farm to Fork" e "Biodiversità 2030" sono stati ridotti a innocue dichiarazioni di principi generali, senza nessun effetto concreto. Sono state eliminate anche le raccomandazioni ai cittadini di apportare modifiche alle loro diete riducendo il consumo di proteine animali, nonché la sollecitazione a porre fine ai sussidi ai combustibili fossili ambientalmente dannosi".
    "L'effetto paradossale di questa situazione - conclude #Cambiamoagricoltura - è che la maggioranza degli agricoltori, schiacciati dagli attori dominanti la filiera, sono in una condizione di crescente disagio e sfiducia verso l'intero sistema agroalimentare e sono stati indotti ad orientare le loro proteste verso le regole e gli impegni per la tutela dell'ambiente, complice anche la strumentalizzazione dei decisori politici".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza