Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Al Festival Cammelli in mostra la tradizione dei Beduini

Pittrice Al-Shehri racconta la vita dei nomadi nell'Arabia moderna

NAPOLI, 16 gennaio 2024, 17:24

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una vista contemporanea sull'antica tradizione dei beduini dell'Arabia Saudita, che va conservata e ricordata negli anni della trasformazione contemporanea del Paese, che protegge la sua storia. Sgorga questo dalle opere dell'artista saudita Zaina Al-Shehri, che ha dedicato la sua mostra alla vita quotidiana dei Beduini, la parte della popolazione di origine antica che vive in maniera nomade nel Paese dedicandosi all'allevamento, attraversando i deserti con i loro cammelli. L'artista saudita ha partecipato con i suoi quadri al Festival Cammelli che si è tenuto fino a ieri ad Ar Rumahiyah, vicino alla capitale Riad, registrando una grande ammirazione dei visitatori e anche una certa risonanza internazionale. "Il mio amore per i cammelli - ha spiegato Zaina Al-Shehri - esiste da quando ero bambina. E' un animale che ha sempre fatto parte in maniera inseparabile della base del mio sguardo al passato, alla storia del Paease ed è ancora oggi un simbolo dell'eredità che c'è in ogni regione del Regno".

I quadri della giovane artista saudita illustrano i cammelli sul fondo dei paesaggi del Paese e con la sensazione dello spirito stesso del popolo beduino che emerge dalla visione dei dipinti, attraverso il loro abbigliamento, le pratiche tradizionali della loro vita nella storia saudita, ma anche la forte sensazione dello spirito dei beduini che viene celebrato.

Zaina Al-Shehri ritrae la resilienza, la forza, la ricchezza di risorse che il popolo beduino dimostra nella sua vita che viene mostrata nei dipinti attraverso i vestiti sartorialmente intricati, le abitudini uniche e le pratiche tradizionali che restano vive. Così, secondo i critici d'arte, viene anche dimostrato lo spirito di esistenza del popolo beduino di fronte alla modernizzazione del Paese, mantenendo vive le proprie tradizioni da lasciare in eredità ai sauditi del futuro. Nelle opere dell'artista ci sono anche le case provvisorie dei beduini e anche i veicoli che guidano nel deserto oggi insieme ai cammelli: "E' la prima volta che partecipo - ha detto l'artista saudita all'Arab News - e sono grata dell'invito al Festival King Abdulaziz Camel, è stato molto bello avere la possibilità di esporre l'eredità culturale attraverso l'arte visuale". Zaina Al-Shehri dipinge anche su commissione dei clienti "sottolienando - racconta - la caratteristica dei cammelli che mi ispirano". Lunghe ciglia, gole larghe e colli meravigliosi dei cammelli sono nelle sue opere che sono state esposte anche in mostre in Egitto e in Qatar: "I cammelli - conclude l'artista - sono tra le creature descritte nel Corano, che li rende soggetti intriganti e fascinosi per l'ispirazione agli artisti".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

Ultima ora Mondo

Errore 404 - Pagina non trovata - ANSA.it Al Festival Cammelli in mostra la tradizione dei Beduini - Storie dal Mediterraneo - Ansa.it
404

Pagina non trovata

Le cause principali per cui viene visualizzata una pagina di errore 404 sono le seguenti:

  • un URL digitato erroneamente
  • un segnalibro obsoleto
  • un collegamento datato proveniente da un motore di ricerca
  • un link interno interrotto non rilevato dal webmaster.

Se riscontri il problema, ti invitiamo a contattarci per segnalarlo.

Grazie.