Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Trattori davanti sede Regione Calabria, 'ascoltare agricoltori'

Trattori davanti sede Regione Calabria, 'ascoltare agricoltori'

Centinaia di mezzi a Catanzaro contro regole Ue e aumento costi

CATANZARO, 23 gennaio 2024, 16:44

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono almeno un centinaio i trattori arrivati davanti alla Cittadella regionale di Catanzaro per protestare contro le regole comunitarie e contro l'aumento dei costi di produzione in agricoltura.
    A organizzare la manifestazione, che segue la mobilitazione messa in atto già da ieri, sono i componenti del Movimento Territorio e agricoltura, che raggruppa produttori e allevatori.
    I manifestanti, che provengono da tutta la Calabria, sono giunti da Lamezia Terme e da Botricello a bordo dei loro mezzi, bloccando letteralmente sia la statale 106, sia la statale 280 a partire dalle 8 del mattino. La protesta, nel percorso per raggiungere la sede della Giunta regionale, ha anche ostacolato l'arrivo in pullman con alcuni studenti universitari costretti a proseguire a piedi per raggiungere le loro facoltà. L'intento degli agricoltori, che hanno marciato a passo d'uomo e suonando i loro clacson, era proprio quello di creare enormi disagi alla circolazione.
    "Insetti nella farina, latte sintetico, dove arriveremo? Non possiamo proprio accettare - spiegano alcuni organizzatori - che tutto questo possa entrare nel nostro Made in italy. Le nostre aziende da anni si basano sul biologico ed è questo che vogliamo tramandare ai nostri figli che, come noi, hanno creduto in questa realtà".
    Con slogan come "Se anche oggi hai mangiato ringrazia un agricoltore" e l'L'agricoltura è vita" i manifestanti chiedono al governo regionale di supportarli con quello nazionale "che non comprende proprio il settore e la base dello sciopero e della protesta". Una protesta, sottolineano, che riguarda le norme comunitarie sull'etichettatura dettagliata dei prodotti, l'aumento del costo del gasolio, la gestione dei consorzi di bonifica e l'aumento degli interessi bancari. Alcuni manifestanti si sono incatenati per bloccare l'uscita dei dipendenti regionali. Una delegazione di agricoltori ha chiesto di incontrare l'assessore regionale all'agricoltura Gianluca Gallo, che ha accettato e li sta sentendo, perché si faccia portavoce delle loro richieste con il ministro Francesco Lollobrigida.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza