Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mente attiva, dal giardinaggio al disegno le attività che aiutano

Mente attiva, dal giardinaggio al disegno le attività che aiutano

Cosa fare insieme agli anziani per contrastare la difficoltà di memoria

18 luglio 2023, 19:16

Redazione ANSA

ANSACheck

Una donna anziana sorride mentre dipinge in gruppo foto iStock. - RIPRODUZIONE RISERVATA

Una donna anziana sorride mentre dipinge in gruppo foto iStock. - RIPRODUZIONE RISERVATA
Una donna anziana sorride mentre dipinge in gruppo foto iStock. - RIPRODUZIONE RISERVATA

Dimenticare cosa si è fatto durante la giornata, perdersi in luoghi conosciuti, dimenticare i nomi di persone già note (alle volte anche familiari). Capita a tutti soprattutto andando in avanti con gli anni. Le persone anziane ci convivono ma esistono, a meno che questi non siano segnali di demenza, tantissime attività da fare all’aperto, nei giardini, o in casa, dedicandosi a lavori di artigianato, che possono aiutare a mantenere la mente attiva e magari a contrastare questi primi avvisi di patologie. “Qualunque tipologia di attività è vantaggiosa per il nostro benessere fisico e mentale, che si tratti di un progetto creativo o semplicemente di preparare il caffè” spiega Helen Lambert in occasione della Giornata mondiale degli anziani il 23 luglio. Specialista nella cura della demenza, è autrice di Mente Attiva (Edizioni Lswr), una raccolta di oltre 70 attività per chi ha difficoltà di memoria: dalla musica all’arte, dall’artigianato allo sport, dai giochi ai rompicapi. “Con gli esercizi  è possibile rallentare la progressione della demenza e compiere alcuni passi per ridurre al minimo il suo impatto sulla vita quotidiana”.

Alcune attività all’apparenza molto semplici ma che possono aiutare gli anziani e mantenere anche vivo il rapporto quotidiano con loro

Cucinare: non smettere mai
Non importa se si cucina per dovere o per piacere: continuare a farlo aiuterà a sentirsi utili nella vita di tutti i giorni e dei propri familiari. “Forse ci si accorgerà che i propri gusti stanno cambiando, quindi è il momento di provare nuovi sapori” suggerisce l’autrice. E se le cose sembrano essere ormai più difficili, cucinare può essere semplificato in diversi modi.
Cosa si può fare, quindi, per mantenere la mente attiva in cucina?
- Scrivere come si cucinano i cibi preferiti dalla propria famiglia o cercare ricette semplici su libri di cucina o su Internet;
- Comprare ingredienti surgelati, in scatola o già preparati;
- Concentrarsi su una cosa per volta, in modo che il compito non diventi troppo impegnativo;
-  Puntare a ricreare dei piatti che ricordano occasioni speciali o vacanze del passato.
Non solo cucinare, ma anche cucire
Cucire per preparare un servizio di tovagliette all’americana è un ottimo modo per riciclare stoffe, strofinacci o tovaglie vecchie. Si può usare qualunque colore e fantasia. Cotone e lino sono più facili da cucire e lavare.
Stimola la creatività e la manualità e, inoltre, si crea qualcosa di utile.
Attività all’aperto: il giardinaggio
Le attività fuori casa vanno oltre l’attività fisica, perché puntano a mantenere rapporti con il contesto esterno alla propria abitazione. Il giardinaggio, per esempio, offre enormi benefici e si può puntare alla semina di piante annuali, alla preparazione di una fioriera o alla costruzione di mangiatoie per uccelli.
Le attività da poter fare in giardino sono tantissime: basta scegliere la più adatta in base alle  capacità e ai  gusti.
Non si hanno spazi esterni? Si può portare il verde dentro casa. Scegliendo piante che crescono bene al chiuso, si può avere la soddisfazione di veder crescere piante e fiori nei vasi o nei davanzali.
Dipingere e disegnare, per avere fiducia in sé stessi
L’arte permette di essere creativi e di divertirsi, in qualunque modo la si faccia, che sia per passione o come principianti. A trarne beneficio sarà la salute fisica e mentale, oltre che la fiducia in sé stessi.

Cos’è la demenza?

“Demenza” è un termine generico, che si usa per descrivere i sintomi provocati da una serie di malattie e condizioni che interessano il funzionamento del cervello.
In tutti i tipi di demenza questo organo è progressivamente danneggiato e i sintomi peggiorano nel tempo. I sintomi della demenza variano da persona a persona ed è impossibile prevedere l’impatto che questa condizione avrà sulla vita dell’individuo. Nelle prime fasi i cambiamenti sono impercettibili.

Alcuni segnali possono essere:
Ripetersi spesso;
Perdersi in luoghi familiari;
Difficoltà nella comunicazione;
Cambiamenti evidenti nel comportamento o nell’umore.

Per la salute fisica e mentale è importante mantenersi attivi e coinvolti nel mondo che c’è fuori casa

Esercizi e attività fuori casa. Qualunque genere di attività fisica aiuterà la persona affetta da demenza a restare forte, elastica e più vigile.  Alcuni esempi:
Esercizi di rilassamento: rilassarsi non vuole dire riposarsi, ma permette di calmare i pensieri, riducendo lo stress;
Realizzare un diario della natura: aiuta a richiamare i ricordi alla memoria. Pianificare e organizzare un diario coinvolge la parte frontale del cervello, che è il centro della gestione esecutiva;
Fare la spesa: andare nei negozi consente di rimanere in confidenza con la zona ed è un’opportunità per ricordare come sono cambiate le cose nel tempo;
Organizzare una gita: discutendo i piani con chi sta intorno alla persona permette di sollecitare la capacità di comunicazione e restare connessi socialmente.

L'importanza dei ricordi

È bello, quanto fondamentale, rievocare memorie del passato insieme a un’altra persona, perché stimola il ricordo degli eventi della vita e di alcune sensazioni, sentimenti. Alcuni ricordi saranno positivi, altri non altrettanto belli: concentratevi sui momenti di cui andate fieri. E’ molto utile guardare vecchie fotografie, creare una scatola dei ricordi, riempire una borsa di oggetti associati ai tempi passati o a hobby praticati in passato, infatti maneggiarli aiuta a riportare alla memoria esperienze e pensieri.

Giochi e rompicapo

Si pensa che stimolare la mente con puzzle e giochi potenzi la capacità di pensare, ragionare e concentrarsi. “Usare per non perdere” è un principio veritiero, poiché esercitare spesso il cervello può rallentare la progressione della demenza.
E’ importante scegliere un gioco o un rompicapo adatto: dovrebbe essere abbastanza difficile da tenere vivo l’interesse e far ragionare, ma non al punto da sentirsi frustrati.
Creare un puzzle: per scegliere l’immagine e ritagliare i pezzi vengono utilizzate una serie di capacità;
Giocare con le parole: per immagazzinare gruppi di parole nelle sue aree, il cervello usa un sistema di archiviazione altamente complesso e organizzato;
Sfidarsi a un gioco di società: sviluppa la parte logica.

Ballo e artigianato

La musica è un mezzo efficace per entrare in contatto con gli altri, esplorare ricordi e vivere momenti di gioia. E’ utile suonare uno strumento ma anche, semplicemente, ascoltare alcuni brani. Inoltre, un’altra attività che può aiutare, è creare una playlist, in quanto consente di mantenere il senso dell’identità e per realizzarla vengono utilizzate varie capacità cognitive.
Anche l’artigianato è un alleato per le persone affette da demenza. Realizzare qualcosa con le proprie mani dà un senso di soddisfazione.
Per esempio, creare biglietti con fiori pressati, sviluppa pazienza, abilità e concentrazione; realizzare un collage stimola la creatività; cucire qualcosa di utile, invece, promuove la fiducia in se stessi e autostima.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza