Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

La Corte di Albany ascolta l'appello di Weinstein

La Corte di Albany ascolta l'appello di Weinstein

Ex produttore: "Il giudice ha ceduto alle pressioni del #meToo"

NEW YORK, 14 febbraio 2024, 15:39

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Quasi quattro anni dopo la clamorosa condanna per stupro, Harvey Weinstein fa ricorso in tribunale per chiedere di revocare il verdetto che lo ha mandato per due decenni in prigione. L'ex produttore sostiene davanti alla corte di appello statale di Albany che nel 2020 il giudice calpestò i suoi diritti a un processo equo, "soccombendo alle pressioni" del movimento #meToo, scaturito peraltro dalle denunce di decine di donne nei suoi confronti di averle sottoposte a molestie sessuali.
    Nel corso del processo, che si è concluso il 24 febbraio 2020 a Manhattan, il giudice aveva ammesso la deposizione di tre donne che non erano direttamente parte in causa nell'azione legale, sostenendo anche che la procura avrebbe avuto il potere di interrogare Weinstein su altre presunte malefatte se l'ex boss di Miramax avesse accettato di testimoniare, cosa che poi lui non fece.
    Weinstein, che ora chiede la revisione del processo, era stato condannato a 23 anni di prigione e sta scontando la pena in un carcere statale a 160 chilometri a nord di Albany, la capitale dello stato di New York. L'anno scorso era seguita una condanna a Los Angeles ad altri 16 anni di carcere sulla scorta delle accuse dell'attrice e modella russa Evgeniya Chernyshova.
    La seconda condanna significa che l'ex produttore, che ha 71 anni, invecchierà in carcere anche la corte di New York dovesse dargli ragione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza