Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Jasmine Trinca, il cinema può ampliare gli orizzonti ai fascisti

Jasmine Trinca, il cinema può ampliare gli orizzonti ai fascisti

In giuria a Berlino: "Restiamo umani come diceva Arrigoni"

ROMA, 15 febbraio 2024, 12:42

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Perché non provare a pensare che cinque fascisti seduti in sala vedendo i film in concorso riescano ad ampliare i loro orizzonti": così oggi Jasmine Trinca, alla conferenza stampa della giuria del Festival di Berlino di cui fa parte, ha replicato a una domanda su politica e cinema.
    E ancora l'attrice-regista romana in questo incontro, molto declinato sulla politica: "Mi ritengo fortunata a condividere questo tempo con gli altri giurati, perché ho la possibilità di guardare le cose, il mondo, attraverso gli occhi di qualcun altro, che penso sia la cosa più importante della vita. Ed è anche un modo - aggiunge - per eliminare i confini in un mondo troppo politico e per cercare di tenere gli occhi aperti.
    Bisogna, insomma, 'rimanere umani' come diceva Vittorio Arrigoni".
    L'attrice affianca quattro colleghi registi (l'attore statunitense Brady Corbet, la cinese di Hongkong Ann Hui, il tedesco Christian Petzold, lo spagnolo Albert Serra) e la scrittrice ucraina Oksana Zabuzhko. La presidente della 74/a edizione della Berlinale è l'attrice, regista, produttrice e autrice di bestseller Lupita Nyong'o, keniano-messicana.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza