Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sei aquile di Bonelli liberate a Bosa

Sei aquile di Bonelli liberate a Bosa

Progetto di recupero della specie nel Mediterraneo occidentale

BOSA, 17 luglio 2023, 12:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

nel territorio di Bosa, sono state rilasciate sei aquile di Bonelli, azione realizzata nell'ambito del progetto "Aquila a-Life", finalizzato all'incremento dell'areale e al recupero della specie nel Mediterraneo occidentale, che in Italia è classificata in pericolo critico di estinzione.
    "Il progetto, iniziato ad ottobre 2017 con una durata di cinque anni, coinvolge partner spagnoli e francesi - ha sottolineato l'assessore regionale della Difesa dell'ambiente, Marco Porcu - Le sua azioni sono in capo all'Ispra e prevedono la reintroduzione della specie in Sardegna, dove l'estinzione viene fatta risalire agli anni Novanta. La Regione Sardegna supporta fortemente il progetto, attraverso l'agenzia Forestas, attivamente coinvolta nella scelta e gestione dei siti di rilascio. La reintroduzione dell'animale nel territorio regionale rappresenta una grande opportunità per la conservazione della specie nell'area del Mediterraneo centro-occidentale, anche attraverso il ripristino della continuità di areale".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza