Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Google lancia su Android gli avvisi anti-stalking

Google lancia su Android gli avvisi anti-stalking

Per individuare oggetti spia indesiderati, i cosiddetti tracker

MILANO, 28 luglio 2023, 16:42

Redazione ANSA

ANSACheck

Google lancia su Android gli avvisi anti-stalking - RIPRODUZIONE RISERVATA

Google lancia su Android gli avvisi anti-stalking - RIPRODUZIONE RISERVATA
Google lancia su Android gli avvisi anti-stalking - RIPRODUZIONE RISERVATA

In più di un'occasione, gli stalker hanno utilizzato dispositivi che tracciano gli spostamenti delle loro vittime su una mappa. I piccoli gadget in commercio attualmente permettono di localizzare i dispositivi a cui sono agganciati, sfruttando la rete Bluetooth. Adesso Google ha lanciato su Android una funzione utile a rilevare questi gadget indesiderati dall'utente. La funzione, annunciata a maggio 2022, è stata rilasciata in questi giorni e permetterà di inviare notifiche automatiche agli smartphone Android se viene rilevato un cosiddetto "tracker" Bluetooth sconosciuto che si sposta insieme al telefonino. Toccando la notifica si potrà visualizzare la posizione dell'ultimo avvistamento e far emettere un suono dall'oggetto tracciante. All'utente verranno mostrati anche altri dettagli come il numero di serie del tracker rilevato per aiutare a identificarne il proprietario, oltre a istruzioni su come disabilitarlo. Sarà presente anche una modalità di scansione manuale per analizzare l'ambiente circostante alla ricerca di oggetti spia.

Google sta collaborando con Apple per affrontare le crescenti preoccupazioni sullo stalking indesiderato del tracker, sviluppando una piattaforma aperta che consenta di individuare, su Android come su iOS, gadget di localizzazione di vari marchi, così da aumentare la trasparenza sul loro utilizzo. Ad oggi, l'app Dov'è di Apple può tracciare solo accessori di terze parti che implementano il protocollo proprietario Find My, mentre la soluzione condivisa con Google supporterà anche produttori che usano altre piattaforme. Il lancio dovrebbe avvenire entro la fine dell'anno.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza