Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lsd e cocaina, Tesla e SpaceX temono le droghe di Musk 

Lsd e cocaina, Tesla e SpaceX temono le droghe di Musk 

Wsj, l'uso da anni potrebbe pesare sulla gestione del suo impero 

08 gennaio 2024, 08:18

di Claudio Salvalaggio

ANSACheck

ELON MUSK © ANSA/EPA

ELON MUSK © ANSA/EPA
ELON MUSK © ANSA/EPA

Geniale, malato (soffre di disturbo bipolare e della sindrome di Asperger), stressato (dal super lavoro e dal pochissimo sonno): Elon Musk e i suoi fan hanno offerto diverse spiegazioni per le sue opinioni controcorrente, i suoi discorsi non filtrati e le sue provocazioni o bizzarrie. Ma negli ultimi anni diversi dirigenti e membri dei cda delle sue aziende e altre persone vicine all'uomo più ricco del mondo hanno sviluppato una preoccupazione persistente che ci sia un'altra componente a guidare il suo comportamento: l'uso di droghe, anche illegali, a partire dal 2017. E temono che tale consumo da parte del ceo di Tesla e SpaceX potrebbe avere conseguenze non solo per la sua salute ma pure per le sei società e i miliardi di asset che supervisiona, compresa X, l'ex Twitter. A svelare i timori di manager e azionisti del suo impero è il Wall Street Journal.

Secondo persone che hanno assistito al suo consumo di droga e altri che ne sono a conoscenza, Musk ha fatto uso di Lsd, cocaina, chetamina, ecstasy e funghi psichedelici, spesso durante feste private in tutto il mondo, dove i partecipanti firmano accordi di segretezza o rinunciano ai loro cellulari per entrare. Nel 2018, ad esempio, prese diverse compresse di Lsd durante una festa organizzata a Los Angeles. Nello stesso anno fumò marijuana in pubblico al Joe Rogan show. L'anno successivo festeggiò con i "funghi magici" ad un evento in Messico. Nel 2021, assunse chetamina a scopo ricreativo con suo fratello, Kimbal Musk, a Miami durante una festa in casa durante Art Basel. Secondo il Wsj, ha usato anche droghe illegali con Steve Jurvetson, ex membro del cda di Tesla e attuale membro del cda di Space X. Un problema che nel 2019 avrebbe indotto l'allora dirigente di Tesla Linda Johnson Rice a non ricandidarsi nel board.

Alcuni ritengono che fosse sotto l'effetto di stupefacenti anche quando nel 2018 twittò i suoi piani per privatizzare Tesla, provocando l'apertura di una indagine della Sec. Persone vicine a Musk, che ora ha 52 anni, assicurano che il suo uso di droghe continua, in particolare il consumo di chetamina, che lui sostiene di assumere contro la depressione con tanto di prescrizione medica 'off label'. Mentre il suo avvocato Alex Spiro assicura che Musk viene "regolarmente e casualmente sottoposto a test antidroga a SpaceX e non ne ha mai fallito uno". L'uso illegale di droghe, oltre a infrangere le 'policy' di SpaceX e Tesla, rappresenterebbe probabilmente anche una violazione delle politiche federali che potrebbe mettere a repentaglio i miliardi di dollari di SpaceX in contratti governativi con la Nasa (è l'unica società Usa autorizzata al trasporto degli astronauti sulla Iss) e il Pentagono (che acquista razzi e usa le sue reti satellitari).

Senza dimenticare che Musk, come ceo e fondatore di SpaceX, ha nullaosta per informazioni classificate relative alla sicurezza nazionale. Musk è parte integrante del valore delle sue aziende, mettendo potenzialmente a rischio circa mille miliardi di dollari di asset, decine di migliaia di posti di lavoro e gran parte del programma spaziale statunitense. Finora gli investitori hanno sempre discusso in privato del suo uso di droghe e chiuso un occhio per gli straordinari risultati degli ultimi anni. Ma ora potrebbero non nascondere più i loro timori.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza