Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il club sandwich "migliore del mondo" cambia forma al Park Hyatt

Il club sandwich "migliore del mondo" cambia forma al Park Hyatt

Paternollo ridefinisce uno degli sfizi identitari dell'hotel

MILANO, 31 gennaio 2024, 12:03

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Guido Paternollo, chef del Park Hyatt di Milano, via Pellico 3, ridisegna il club sandwich: compito di responsabilità, dato che fu definito come "il migliore del mondo" dall'autorevole Monocle, per bocca (e assaggio) del suo fondatore Tyler Brûlé. La novità sostanziale è la forma, non più triangolare ma quadrato.
    Gli ingredienti: tacchino rosolato in casseruola e poi cotto in forno a vapore, maionese alla senape di Digione, un paio di foglie di lattuga con olio e sale, pomodori ramati a fette , uovo sodo e bacon a strisce. Il ripieno è doppio e contenuto da tre fette di pan carrè tostato su entrambe le facce.
    Quella del club sandwich è una storia lunga che ha una precisa data di nascita, almeno nella prima ricetta citata, apparsa sul The Evening World il 18 novembre 1889 (comparivano, oltre a due pezzi di pane tostato, uno strato di tacchino (o pollo) e uno di prosciutto): si dice che l'invenzione fosse dello Union Club di New York.
    Altre fonti, attribuiscono l'invenzione a un locale di Saratoga Springs: in ogni caso, la fortuna del nuovo sandwich è immediata, tanto che già allo scoccare del XX secolo è già presente nel menu di diversi ristoranti americani.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza