Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Virgilio Retrosi, ceramica e grafica nel segno di Cambellotti

Virgilio Retrosi, ceramica e grafica nel segno di Cambellotti

A Villa Torlonia a Roma la produzione dell'artista e artigiano

ROMA, 14 dicembre 2023, 17:02

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Artista e artigiano come il grande maestro Duilio Cambellotti, che lo considerava il suo allievo prediletto. È dedicata alla produzione della ceramica negli Anni Venti e in seguito in modo molto più intenso nel campo della grafica la mostra che i musei di Villa Torlonia, a Roma, dedicano a Virgilio Retrosi fino al 2 giugno 2024.
    Curato da Gloria Raimondi e Gaia Dammacco, il progetto espositivo allestito nella Dipendenza della Casina delle Civette presenta al grande pubblico l'artista romano che ha dedicato la vita alle arti applicate. Virgilio Retrosi (1892-1975) esordì nel 1911 come ceramista esponendo alla Mostra dell'Agro Romano curata dallo stesso Cambellotti nell'ambito dell'Esposizione internazionale per le celebrazioni dell'unificazione del Regno d'Italia e la proclamazione di Roma capitale.
    L'attività dell'artista nel settore della ceramica si sviluppò attraverso la collaborazione con il maestro e con i suoi allievi, tra i quali Roberto Rosati e Romeo Berardi. Nel 1926 alla mostra annuale degli Amatori e Cultori d'Arte, Retrosi propose la serie dei piatti con i 14 Rioni - fulcro intorno al quale ruota l'esposizione - acquistati nello stesso anno dal Comune di Roma per le proprie collezioni.
    Contemporaneamente all'attività di ceramista e decoratore, Retrosi si dedicò alla grafica applicata insegnando alla Scuola Preparatoria delle Arti Ornamentali di Roma, realizzando bozzetti per francobolli, manifesti e cartoline e avviando una proficua collaborazione con Ente Nazionale Italiano per il Turismo (Enit), che lo assorbì totalmente come grafico e fotografo dalla metà degli anni Trenta agli anni Sessanta. Nelle due sale della Casina delle Civette sono stati selezionati oggetti in ceramica, - tra i quali spicca il Piatto con Medusa del 1928 - disegni, bozzetti e opere grafiche in massima parte provenienti da collezioni private, che testimoniano la vicinanza dell'artista al linguaggio del maestro evidenziando, insieme ai forti legami con la tradizione, anche il suo contributo innovativo nei diversi ambiti delle arti applicate.
    La mostra propone anche un ricco nucleo di opere inedite che permette di confrontare il disegno con alcune delle opere realizzate. I bozzetti per manifesti e francobolli, le locandine e le copertine testimoniano la versatilità, la fantasia e la particolare qualità grafica del suo segno. Accanto alle ceramiche sono esposti anche gioielli d'argento ai quali Retrosi si dedicò sul finire degli anni Sessanta.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza