Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Musica: febbre verdiana da Trovatore lungo la Via Emilia

Musica: febbre verdiana da Trovatore lungo la Via Emilia

L'opera in scena a Modena e Bologna dall'1 dicembre

BOLOGNA, 28 novembre 2023, 16:58

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Lungo la via Emilia, mai come in questi giorni, "stride la vampa" del Trovatore: il capolavoro ultimo della celeberrima "trilogia popolare" di Giuseppe Verdi (Rigoletto e Traviata, gli altri due titoli) è infatti al centro della programmazione di ben tre teatri distanti fra loro solo una quarantina di chilometri sull'antica strada romana fatta costruire da Marco Emilio Lepido.
    A partire dall'1 dicembre infatti, sia il Teatro Pavarotti-Freni di Modena che il Duse di Bologna presentaranno due nuovi nuovi allestimenti dell'opera ai quali se aggiungerà un altro a febbraio del Teatro Comunale di Bologna. Nel teatro modenese è ormai pronto un nuovo allestimento firmato da Stefano Monti, sotto le Due Torri invece una nuova produzione è alle ultime fasi di preparazione da parte del regista Giovanni Dispenza, collaboratore abituale dell'Orchestra Senzaspine che curerà la produzione e, naturalmente la parte musicale.
    Il cast del Comunale di Modena (dove l'opera sarà replicata il 3 dicembre) è formato da Ernesto Petti (Il Conte di Luna), Chiara Isotton (Leonora), Anna Maria Chiuri (Azucena), Angelo Villari (Manrico), Giovanni Battista Parodi (Ferrando); quello bolognese, doppio, vedrà alternarsi Ettore Chi Hoon Lee e Tong Liu, Schirru Elena e Yuliya Pogrebnyak, Benedetta Mazzetto e Danbi Lee, Emanuele D'Aguanno e Jaebeom Park col Ferrando di Luca Kwangsik Park Ines Beatrice Amato. Entrambi cast si arricchiranno della consueta lista di comprimari. Le parti musicali vedranno in buca l'Orchestra Filarmonica Italiana diretta da Matteo Beltrami, e la Senzaspine con la bacchetta del cofondatore Matteo Parmegiani. A Bologna si replica anche il 2 e il 3 dicembre.
    Composta da Giuseppe Verdi nel 1852 su libretto di Salvatore Cammarano, 'Il Trovatore' è un dramma in quattro atti, ambientato in Spagna all'inizio del XV secolo. Mette in scena, con la forza espressiva del canto, fiammeggianti passioni come l'amore, la gelosia, la vendetta, l'odio e la lussuria. In questo dramma, Manrico e il Conte di Luna, innamorati della stessa donna, si fronteggiano fino alla morte come nemici, senza sapere di essere, in realtà, fratelli.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza