Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ciclismo: i 70 anni del Mondiale di Coppi rivivono in un libro

Ciclismo: i 70 anni del Mondiale di Coppi rivivono in un libro

Malagò: 'mito eterno, sport italiano gli sarà per sempre grato'

BOLOGNA, 25 gennaio 2024, 16:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La vera storia di Fausto Coppi, non solo come grande campione del ciclismo ma anche come persona di grande coraggio e capacità. Sono questi i tratti del Campionissimo che emergono dal libro 'Il mondiale ha settant'anni', a cura di Claudio Pesci e Roberto Fiorini e con la prefazione del presidente del Coni Giovanni Malagò, in occasione del settantesimo anniversario della vittoria di Fausto Coppi al Campionato del Mondo di ciclismo a Lugano il 30 agosto 1953.
    "Un mito é eterno. Più forte della transitorietà e dell'oblio inesorabile, sa fermare il tempo, cristallizando i sentimenti. É leggenda. Come Fausto Coppi", scrive il presidente Malagò nel testo che accompagna la pubblicazione. Lo sport italiano, che ha esaltato con le sue gesta, gli sarà per sempre grato - conclude Malagò -. E rinnoverà l'impegno per onorarne la memoria, con la certezza che il marchio di fabbrica indelebile che ha impresso sul ciclismo e sull'intero movimento rimanga un orgoglio da ostentare per costruire un futuro che sappia rinverdirne i fasti".
    Il libro, presentato in Comune a Bologna, è stato realizzato per promuovere le iniziative della Casa dei Risvegli Luca De Nigris. Alla presentazione hanno preso parte Roberta Li Calzi, assessora allo Sport, Claudio Pesci, curatore del libro e presidente onorario associazione Fausto e Serse Coppi a Castellania, Fulvio De Nigris, direttore del Centro studi per la Ricerca sul Coma - 'Gli amici di Luca' e Franco Magli, coordinatore sezione ciclismo Uisp Bologna.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza