Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lite tra bande di ragazzi, denunciato un 16enne nel Reggiano

Lite tra bande di ragazzi, denunciato un 16enne nel Reggiano

Un coetaneo lo ha buttato a terra e lo ha preso a calci e pugni

REGGIO EMILIA, 22 febbraio 2024, 14:08

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Un 16enne è stato denunciato per aver preso a calci e pugni un coetaneo. È successo in un parco pubblico di Scandiano, nel comprensorio ceramico reggiano, dove due gruppi di ragazzi hanno cominciato ad importunarsi. Ad un certo punto la lite è sfociata in violenza. Si sono inseguiti, lanciandosi oggetti raccolti in strada e sputi. Un giovane ha intimato di smetterla, ma è stato picchiato da un altro membro della fazione 'rivale' e durante la colluttazione si è rotto anche il suo telefonino. L'aggressione, che risale a novembre, è terminata con l'intervento degli amici della vittima arrivati in suo soccorso. Infine è andato al pronto soccorso per farsi medicare ed è stato dimesso con tre giorni di prognosi. Insieme alla madre ha sporto denuncia ai carabinieri, i quali hanno avviato le indagini per risalire al presunto responsabile poi identificato e deferito alla Procura del tribunale dei Minori di Bologna. Dovrà rispondere delle accuse di lesioni personali aggravate e danneggiamento.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza