Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Il commissario Ue Breton: "Per la difesa servono fondi, ma non ne sento parlare"

Il commissario Ue Breton: "Per la difesa servono fondi, ma non ne sento parlare"

Il francese: "Solo i leader di Renew lo propongono. Il commissario ad ho? Già c'è"

29 febbraio 2024, 10:32

Redazione ANSA

ANSACheck

Breton, "per la difesa servono fondi, ma non ne sento parlare" © ANSA/EPA

STRASBURGO, 28 FEB - "Per una difesa europea credibile, dobbiamo anche avere un'adeguata ambizione di bilancio. Per questo ritengo che dobbiamo iniziare a prepararci fin da ora, entro i prossimi 12 mesi, alla possibilità di investimenti ad hoc e aggiuntivi nella difesa, dell'ordine di un centinaio di miliardi di euro". A parte i leader di Renew, Emmanuel Macron, Kaja Kallas e Alexander de Croo, non sento parlare abbastanza dei leader europei su questo tema. Ma è ovviamente il vero problema". Lo ha detto il commissario Ue al Mercato Interno Thierry Breton, in merito alla strategia sulla difesa annunciata al Pe da Ursula von der Leyen.

"Dobbiamo produrre di più, più velocemente e insieme, come europei. La disponibilità di attrezzature per la difesa dell'Ue sta diventando un problema di competitività e sicurezza per l'industria europea della difesa. Dobbiamo cambiare il paradigma e passare alla modalità dell'economia di guerra. Ciò significa anche che l'industria europea della difesa deve assumersi maggiori rischi, con il nostro sostegno, dando loro maggiore visibilità. È questo l'obiettivo della nuova strategia industriale per la difesa", ha rimarcato Breton.

E, sull'idea di un commissario ad hoc Breton ha lanciato una frecciata a von der Leyen: ""Per creare la figura di un Commissario per la Difesa, bisognerebbe modificare i trattati. Questo ovviamente non è attualmente fattibile. Se la questione è quella di un Commissario per l'industria della difesa, mi sembra che ne abbiamo già uno".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

In collaborazione con

O utilizza

Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto.

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.