Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mitilicoltura, per Ue possibile dare aiuti oltre i 30mila euro

La risposta di von der Leyen all'interrogazione di Rosa D'Amato

Redazione ANSA BRUXELLES

(ANSA) - BRUXELLES, 29 NOV - In una risposta ad un'interrogazione dell'eurodeputata dei Verdi Rosa D'Amato sulla crisi del settore della miticultura a Taranto, la Commissione Ue ha sottolineato come "altre possibilità sono a disposizione degli Stati membri, nel quadro delle norme in materia di aiuti di Stato, per sostenere le imprese del settore della pesca e dell'acquacoltura al di là dei 30mila euro previsti come massimale per triennio nell'ambito del regolamento Ue 'de minimis".
    Nella sua interrogazione D'amato ha sottolineato come "le imprese tarantine della pesca, in particolare quelle del settore della mitilicoltura, sono impossibilitate ad accedere al regime de minimis in quanto gli aiuti concessi, nell'arco del triennio, superano la soglia dei 30mila euro, un limite che non tiene conto della particolare situazione di difficoltà in cui si trovano a operare queste imprese, e non certo per colpa loro".
    Secondo la presidente della Commissione europea, "gli Stati membri possono ad esempio esaminare le opzioni disponibili nel regolamento di esenzione per categoria per il settore della pesca", ossia il regolamento Ue 2022/2473, "che esenta un gran numero di misure dall'obbligo di notifica". Inoltre, "gli Stati membri possono elaborare misure a norma degli orientamenti in materia di aiuti di Stato applicabili al settore della pesca e dell'acquacoltura e notificare alla Commissione per approvazione", ha aggiunto la Commissione Ue nella risposta.
    "Gli strumenti per aiutare i pescatori tarantini ci sono. Il governo di Meloni e Fitto la smetta di perdere tempo e non pensi solo a salvare l'ex Ilva a scapito della salute dei cittadini.
    C'è un comparto fondamentale per il tessuto economico e sociale della città che va tutelato, subito", ha reagito in una nota D'Amato dopo la risposta della Commissione Ue. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: