Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Italiani sospettosi sul mercato libero ma vogliono energia green

Italiani sospettosi sul mercato libero ma vogliono energia green

Indagine commissionata da Alleanza Luce Gas

MILANO, 28 dicembre 2023, 14:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Oltre metà degli italiani non sa della fine del mercato tutelato dell'energia che arriverà il 10 gennaio per il gas e il primo luglio per la luce. Una indagine commissionata da Alleanza luce & gas, la energy company controllata da Coop Alleanza 3.0, mostra infatti che solo il 47% degli intervistati è consapevole della fine del mercato tutelato, il 33% sa che dovrà passare al mercato libero e circa il 20% non sa nulla al riguardo.
    Il 45% inoltre ritiene che con il passaggio al mercato libero il costo dell'energia salirà, e la maggior parte è convinta che cambierà operatore. In questo avrà un peso la scelta di energie rinnovabili, Il 59% del campione è convinto che l'energia verde dovrebbe essere più accessibile di quella prodotta da fonti fossili, mentre la metà sarebbe pronta ad acquisterebbe energia verde certificata, anche se ciò dovesse comportare un incremento della bolletta del 5%. L'80% degli intervistati considerano il futuro energetico dell'Italia legato alle energie rinnovabili e solo il 26% ritiene plausibile il rafforzamento del nucleare.
    "Energia certificata, prezzi convenienti e rispettosi sia delle esigenze dell'utente sia del rispetto delle regole della filiera di approvvigionamento, personale interno, anche i colleghi che si occupano dell'assistenza telefonica, pienamente tutelato - ha osservato il presidente di Alleanza luce & gas, Antonio Cerulli -: queste sono le ragioni per cui quasi 100.000 famiglie ci hanno già scelto".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza