Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Zanella(Avs), gravissimo che Danieli denunci leader Comitati

Zanella(Avs), gravissimo che Danieli denunci leader Comitati

Atto di vendetta. Siamo fuori da confini di Stato di diritto

TRIESTE, 18 febbraio 2024, 20:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"E' un atto di ritorsione gravissimo, la multinazionale Danieli vuole fermare e punire il dissenso. Siamo fuori dai confini di uno Stato di diritto". Lo sostiene Luana Zanella, capogruppo di Alleanza Verdi e Sinistra alla Camera, dopo aver appreso la notizia della denuncia per diffamazione, con una richiesta risarcitoria di 100 mila euro, nei confronti del coordinatore della campagna contro il progetto di realizzazione di una acciaieria a San Giorgio di Nogaro (Udine), Paolo De Toni, promossa, appunto, "dai vertici della multinazionale".
    Per Zanella "la denuncia ha chiaramente lo scopo di mettere a tacere altre campagne che in futuro dovessero ostacolare i piani delle acciaierie, oltre che un atto di vendetta contro la persona che ha guidato con successo una battaglia alla quale mi sono unita personalmente con numerosi atti parlamentari che chiedevano di scongiurare un progetto che avrebbe cambiato i connotati dei territori di San Giorgio a Nogaro". Le iniziative delle comunità locali sono state poi "sostenute da un ampio arco di associazioni ecologiste, tanto che il presidente Fedriga ha dovuto scegliere più cautela fino alla soluzione dello spostamento dei progetti. Siamo accanto a Paolo De Toni ed esprimiamo indignazione per questa pretesa di una multinazionale di silenziare i territori ricorrendo a metodi intimidatori. I leghisti del Friuli dovrebbero ribellarsi con noi", conclude Zanella.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza