Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Riorganizzazione consultori a Trieste, non passa la mozione

Riorganizzazione consultori a Trieste, non passa la mozione

Opposizioni in Consiglio Fvg chiedevano potenziamento servizi

TRIESTE, 20 febbraio 2024, 17:58

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Non passa in Consiglio regionale del Friuli Venezia Giulia la mozione "per la difesa e, anzi, il potenziamento dei servizi sociosanitari pubblici di prossimità" presentata da tutte le opposizioni a seguito della riorganizzazione dei consultori familiari a Trieste, che aveva portato alla chiusura di due delle quattro sedi presenti in città. La mozione era stata presentata all'inizio del mese, con il rinvio della discussione a oggi.
    Tra il pubblico in aula anche una rappresentanza del Comitato in difesa dei consultori, mentre un altro gruppo ha attese il risultato del voto all'esterno del palazzo. Assente l'assessore regionale alla Salute Riccardo Riccardi, per impegni istituzionali a Roma. Al suo posto l'assessore Pierpaolo Roberti.
    Nella lunga discussione pomeridiana, le opposizioni hanno ribadito la contrarietà verso una manovra definita penalizzante per i cittadini. La maggioranza invece ha nuovamente difeso la riorganizzazione delle sedi, sottolineando come non depauperi i servizi nel complesso. "La maggioranza deve assumersi pienamente la pesante responsabilità della bocciatura odierna di fronte a una cittadinanza sempre più povera di servizi sociosanitari pubblici di prossimità", ha affermato la consigliera di Patto per l'Autonomia Giulia Massolino.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza