Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Operatori Marche si aggiudicano bando innovazione nella cultura

Operatori Marche si aggiudicano bando innovazione nella cultura

Officine Creative Marchigiane capofila di cordata prestigiosa

ANCONA, 27 febbraio 2024, 19:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una cordata di operatori del settore culturale e creativo si è aggiudicata uno dei 33 progetti vincitori del centro/nord (su 513 totali presentati) all'interno del bando indetto dal Ministero della Cultura avente per oggetto la "Capacity building per gli operatori della cultura per gestire la transizione digitale". Capofila le Officine Creative Marchigiane (una delle prime startup innovative del territorio marchigiano nata 10 anni fa ed ora società di consulenza iscritta all'albo degli Innovation Manager del Ministero delle Imprese e del Made in Italy), insieme a Rossini Opera Festival, Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, Fondazione Pescheria-Pesaro 2024 e Università di Urbino, hanno siglato in questi giorni il decreto di concessione che li vedrà impegnati nei prossimi 24 mesi alla realizzazione del progetto vincitore.
    Il bando, finanziato dall'Unione europea-NextGenerationEU nell'ambito dell'Investimento 3.3 del Pnrr, sostiene la transizione digitale e verde del settore attraverso il programma Tocc (Transizione Organismi Culturali e Creativi) e si rivolge a reti e/o organizzazioni pubbliche o private che intendono realizzare progetti di capacity building, cioè di rafforzamento del capitale umano e dei sistemi di gestione e di sviluppo organizzativi, con l'obiettivo di accompagnare gli operatori nella ripresa delle attività culturali, incoraggiando l'innovazione e l'uso della tecnologia digitale. Il progetto sarà articolato in attività di networking, tavoli tecnici, azioni di design thinking, co-design e laboratori formativi aperti a operatori, professionisti e organizzazioni culturali dell'intera filiera dello spettacolo dal vivo per coniugare estro creativo ed efficienza organizzativa, per sviluppare capacità interne e migliorare i processi di progettazione, produzione, promozione e gestione di eventi artistici.
    Il progetto si presenta, quindi, come una spinta verso il miglioramento continuo, finalizzato al rafforzamento del capitale umano e incoraggiando la cooperazione a beneficio dell'intero sistema.
    La direttrice della Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi Lucia Chiatti promotrice del progetto vincitore denominato Madh - Marche Digitaland Handcrafts - Artigiani Digitali della Cultura - parla di "un risultato sfidante per la nostra Fondazione che arriva nell'anno delle celebrazioni per il 250/o anniversario dalla nascita del compositore Gaspare Spontini che ci vedrà coinvolti in un lavoro di condivisione dei saperi con colleghi e partner del settore culturale e innovativo di grande prestigio". Il vice sindaco di Pesaro Daniele Vimini sottolinea che "il Rossini Opera Festival ha fortemente orientato verso l'innovazione la propria attività, aprendosi a collaborazioni e reti che coinvolgano attori di livello nazionale e internazionale. Anche l'avventura di Capitale della Cultura 2024 ha nella rivoluzione tecnologica gentile uno dei propri asset.
    Ne è un virtuoso esempio la Cte-Casa delle Tecnologie Emergenti, che la città di Pesaro si è aggiudicata e nella quale anche il Festival svolge un ruolo importante".
    "E' una ulteriore conferma che siamo in un territorio in continuo fermento in ambito culturale e creativo in chiave digitale e raggiungere questi obiettivi con operatori delle nostre terre e proprio nell'anno di Pesaro 2024 Capitale Italiana della Cultura ci inorgoglisce" chiosa Christian Ricciarini, ceo di Officine Creative Marchigiane.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza