Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Big Tech si impegnano per una intelligenza artificiale più etica

Big Tech si impegnano per una intelligenza artificiale più etica

E' la prima volta con un'agenzia Onu

BRUXELLES, 06 febbraio 2024, 19:46

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

In occasione della seconda edizione del Forum mondiale dell'Unesco sull'IA, otto società tech, tra cui Microsoft, hanno sottoscritto una carta per costruire un'intelligenza artificiale etica. L'accordo obbliga le aziende a "svolgere appieno il loro ruolo nella protezione dei diritti umani durante la progettazione, lo sviluppo, l'acquisto, la vendita e l'utilizzo dell'IA". È la prima volta che le aziende si impegnano con le Nazioni Unite in questo ambito.
L'accordo stabilisce che la due diligence deve essere effettuata per soddisfare gli standard di sicurezza, identificare gli effetti negativi dell'IA e adottare misure tempestive per prevenirli, mitigarli o porvi rimedio, in linea con la legislazione nazionale. L'accordo inoltre sottolinea l'importanza dei test da effettuare prima dell'immissione sul mercato dei sistemi di IA. Considerata, tuttavia, la rapida evoluzione della nuova tecnologia già presente sul mercato, si chiede anche lo sviluppo di valutazioni e pratiche di mitigazione dei rischi ex post.
"Nel novembre 2021, l'Unesco ha ottenuto il consenso di tutti i suoi Stati membri per adottare il primo quadro etico globale per l'uso dell'IA. Oggi compiamo un altro passo importante ottenendo lo stesso impegno concreto da parte delle aziende tecnologiche globali" ha dichiarato Audrey Azoulay, direttrice generale dell'Unesco. Azoulay ha inoltre invitato tutti gli stakeholder del settore tecnologico a "seguire l'esempio di queste prime otto aziende. Questa alleanza tra settore pubblico e privato - ha aggiunto - è fondamentale per costruire l'IA per il bene comune".
L'intesa, siglata presso il centro congressi di Kranj, vicino alla capitale slovena Lubiana, dove si sta svolgendo il Forum mondiale Unesco sul tema, è stata sottoscritta oltre che da Microsoft, anche da Gsma, Innit, Lenovo Group, LG AI Research, Mastercard, Salesforce e Telefonica. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza