Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Nuova vita per il chiostro di San Domenico a Cagliari

Nuova vita per il chiostro di San Domenico a Cagliari

Completata la ristrutturazione di sei campate del braccio ovest

CAGLIARI, 16 dicembre 2023, 13:24

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ritorna a nuova vita il chiostro del XV secolo della chiesa e convento di San Domenico a Cagliari. A fine novembre è terminata la seconda fase dei lavori di restauro architettonico e delle superfici decorate che ha interessato sei campate del braccio ovest. Agendo sulla pietra cantone, in sei mesi le restauratrici della Conservazione e restauro di Roma hanno riportato al vecchio splendore una delle zone più antiche del chiostro, gotico-catalano, e che racchiude gli stilemi dell'architettura gotica. Hanno rimosso i depositi di inquinamenti atmosferici, eliminato stuccature e il colore bruno-arancio probabilmente riferibile a un intervento degli anni '50 e consolidato la pietra calcarea, soggetta a friabilità, con dei prodotti inorganici.
    "Un progetto avviato a maggio e un lavoro per fasi e complesso, perché le risorse non sono disponibili tutti in questo momento e perché è utile al ragionamento sulla modalità di intervento nel quale sono state sperimentate modalità molto nuove e tecnologie molto avanzate - ha detto Monica Stochino, segretaria regionale e soprintendente dei beni culturali di Cagliari, Oristano e Sud Sardegna - l'intenzione è di rendere accessibile il cantiere di restauro, per dare conto dell'attività che stiamo portando avanti". Per il recupero complessivo del chiostro è stato stimato un costo di 2 milioni euro già richiesti a Roma, ma il progetto di restauro della sola ala ovest è stato portato avanti con 240mila euro sulla programmazione ordinaria.
    "Ad oggi abbiamo messo in sicurezza con interventi strutturali non privi di alti livelli di complessità il braccio est e abbiamo concluso il restauro delle superfici decorate del braccio ovest - riferisce l'architetta Patrizia Luciana Tomassetti, direttrice dei lavori - purtroppo grande parte, compresa una volta a 17 chiavi della Chiesa originaria di San Domenico, la più grande del Mediterraneo, è andata distrutta nei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale". Il prossimo intervento, quello più urgente è quello che dovrà essere portato avanti sul braccio sud, con superfici decorate e lapidee, nel quale si affaccia l'ingresso.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza