Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Protesta trattori, presidio e tende in scalo turistico P. Torres

Protesta trattori, presidio e tende in scalo turistico P. Torres

Venti mezzi e 60 agricoltori pronti a protesta a oltranza

PORTO TORRES, 09 febbraio 2024, 13:15

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La protesta degli agricoltori, che sta infiammando il Vecchio Continente e surriscaldando il clima elettorale in vista delle elezioni regionali e di quelle europee, sbarca a Porto Torres. Questa mattina una ventina di trattori e circa sessanta operatori del comparto, provenienti per lo più dalla Nurra, hanno insediato un presidio davanti al porto turistico, annunciando che piazzeranno lì delle tende e non si muoveranno per almeno cinque giorni.

"Le scelte della Comunità europea sono distanti dalle esigenze della nostra categoria", rivendicano. Sul banco degli imputati, gli elevati costi di gestione delle aziende, tra tasse e prezzi del carburante e dei concimi. "Così è impossibile andare avanti, tanto che anche i nostri genitori ci disincentivano dal portare avanti le attività di famiglia", lamenta un giovane manifestante.

A chi li accusa di campare di sovvenzioni e di assistenzialismo replicano fermamente: "Vengano in campagna, si alzino alle 3 del mattino, come noi, e cambieranno idea", è la sfida. Ecco perché, "siamo pronti a tutto e protesteremo a oltranza finché non avremo risposte".

Nel frattempo è stata confermata per lunedì 12 febbraio la mobilitazione promossa dal Centro studi agricoli per protestare contro i ritardi sui pagamenti della Pac e del Csr/Psr che hanno visto oltre 12.000 aziende sarde private di ogni aiuto. In programma un sit-in a partire dalle 11 ai cancelli di ingresso dell' assessorato regionale all'agricoltura, in via Pessagno a Cagliari, e nelle sedi Argea di Nuoro, Sassari, Sanluri e Iglesias. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza