Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ortega (Uilcom),mai più morti sul lavoro, mobilazione a oltranza

Ortega (Uilcom),mai più morti sul lavoro, mobilazione a oltranza

'Pieno sostegno alle ondate di protesta sindacali'

CAGLIARI, 22 febbraio 2024, 12:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"È giunto il momento che Governo, imprese e le loro associazioni di rappresentanza assumano le proprie responsabilità". Lo afferma Tonino Ortega, segretario generale della Uilcom Sardegna, annunciando il sostegno totale alle categorie Feneal e Uilm in vista di una nuova ondata di proteste sindacali in tutta Italia. La mossa arriva in seguito all'incidente mortale avvenuto il 16 febbraio scorso presso il cantiere di via Mariti a Firenze, che ha causato la perdita di cinque vite umane.
    "È l'ennesimo dramma legato alle morti sul lavoro", dichiara Ortega, sottolineando il crescente numero di incidenti fatali che si verificano nei luoghi di lavoro in Italia. Ogni anno, oltre 1000 persone perdono la vita in incidenti sul lavoro, mentre i casi di infortuni superano quota 500.000, senza contare le malattie professionali. Il leader della Uilcom accusa il massimo ribasso, gli appalti a cascata, la mancanza di controlli e la precarietà del lavoro di essere conseguenze dirette di scelte politiche ed economiche, non mere fatalità.
    "Mai più morti sul lavoro", è il grido di battaglia che Ortega e i sindacati intendono far risuonare nelle piazze e nelle sedi governative. Si prevedono mobilitazioni su vasta scala, con l'obiettivo di sensibilizzare l'opinione pubblica e ottenere misure concrete per garantire la sicurezza e la tutela dei lavoratori sul posto di lavoro.
    "Le proteste sindacali non si limitano solo a esprimere dissenso, ma intendono anche spingere per un cambiamento legislativo e una maggiore vigilanza sul rispetto delle normative in materia di sicurezza sul lavoro - conclude il segretario generale della Uilcom -. La lotta per porre fine alle tragedie sul posto di lavoro si intensifica, e i sindacati si preparano a fare sentire la propria voce con ancora più forza e determinazione".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza