Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Evasi 30 milioni Iva, figlio del boss arrestato in aeroporto

Evasi 30 milioni Iva, figlio del boss arrestato in aeroporto

Bloccato dalla Guardia di finanza, era in partenza per Dubai

CATANIA, 27 febbraio 2024, 13:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Tra gli arrestati nell'inchiesta 'Ultimo brindisi' della Procura Europea di Palermo per una maxi-evasione Iva c'è anche Filippo Intelisano, 41 anni, incensurato, figlio del boss Giuseppe, detto 'Pippu 'u niuru' ('Pippo il nero', ndr) esponente di spicco del clan Santapaola, di cui sarebbe stato anche per un periodo il reggente, che sta scontando l'ergastolo,comminato il 28 giugno del 2003 con la sentenza del processo 'Orione 5', nel carcere di Sulmona.
    Filippo Intelisano è stato arrestato all'aeroporto di Venezia mentre, insieme alla moglie, stava per imbarcarsi per Dubai. L'inchiesta è stata coordinata dai pm della Procura Europea Amelia Luise e Gery Ferrara e si basa su indagini del primo Gruppo della Guardia di finanza di Catania .
    Filippo Intelisano era stato indagato in stato di libertà nel marzo del 2008 nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Catania sul tentativo, sventato da indagini della Guardia di finanza, di riacquistare un'azienda di trasporti, la Riela group, che era stata confiscata per mafia nel 1999.
    Gli altri arrestati, destinatari di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, nell'ambito della stessa operazione di oggi dalla Guardia di finanza sono: i catanesi Milena Bulla, Fabio Spina, Vincenzo e Andrea Maria Carelli e il salernitano Concordio Malandrino. Il gip Marina Rizza ha disposto i domiciliari per Virgilio Papotto, Cristian Parisi, Gianluca Russo e Settimo Carlo Abate.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza