Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borsa: Milano chiude debole (-0,3%), balza Leonardo, giù Campari

Borsa: Milano chiude debole (-0,3%), balza Leonardo, giù Campari

Acquisti su Iveco, deboli Recordati, Prysmian e Stellantis

MILANO, 26 febbraio 2024, 18:49

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ha chiuso in calo Piazza Affari la prima seduta di una settimana di grande attesa per il mercato, con il doppio appuntamento del Pil Usa e dell'inflazione nell'Eurozona. Il primo previsto per mercoledì 28, il secondo suddiviso tra giovedì 29 febbraio (Germania, Francia e Spagna) e venerdì 1 marzo (Italia e Ue). L'indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,44% a 32557 punti, tra scambi in calo per 2,7 miliardi di euro di controvalore. In rialzo a 144,9 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, contro i 142 dell'apertura, e il rendimento italiano in progresso di di 9,1 punti al 3,88% e quello tedesco di 7,7 punti al 2,43%.Sugli scudi Leonardo (+5,16%) e Iveco (+4,5%) dopo il "sostegno incrollabile" ribadito dal G7 all'Ucraina. Sotto pressione invece Recordati (-2,31%), Campari (-2,19%), Moncler (-2,18%) e Prysmian (-2,08%). Difficoltà anche per Hera (-1,86%), Enel (-1,38%), Italgas (-1,37%) e A2a (-1,36%). In calo Stellantis (-1,24%), mentre si sono mosse in ordine sparso le banche. Ha corso Bper (+3,06%), al centro di ipotesi di risiko bancario, seguita a distanza da Banco Bpm (+1,21%) e Intesa (+0,53%), mentre hanno ceduto Unicredit (-0,6%) ed Mps (-0,13%). Immobile Eni (-0,03%), mentre tra i titoli a minor capitalizzazione fiammata di Sogefi (+35,61%) che venerdì scorso ha annunciato i conti l'accordo per la cessione delle divisione filtri al fondo Usa Pacifica Avenue. Effetto conti invece su DoValue (-4,14%).
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza