Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Navalmeccanica a Genova, una realtà da 1,5 miliardi di euro

Navalmeccanica a Genova, una realtà da 1,5 miliardi di euro

Settore riunito a palazzo San Giorgio chiede spazi per crescere

GENOVA, 19 febbraio 2024, 14:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Ottanta aziende, più di 2.700 lavoratori diretti e circa 2 mila indiretti su una superficie complessiva di 717.000 metri quadrati fra calata Gadda e l'ex Fiera del mare più il distretto di Sestri Ponente, un fatturato complessivo annuo di 1,5 miliardi di euro e la maggiore densità occupazionale per metro quadro (0,00065) del porto di Genova, 4,5 volte superiore a quella del porto commerciale.
    Sono i numeri del comparto della navalmeccanica genovese, specializzata nella costruzione, riparazione, allestimento e demolizione, refitting di navi e mega yacht che si è riunita oggi a palazzo San Giorgio per raccontare un settore in pieno sviluppo che chiede spazi. "Nel 2025 celebreremo i cento anni di Ente Bacini - ha spiegato il presidente di Ente Bacini Mauro Vianello, che ha voluto l'evento -. La riunione di oggi conferma l'assoluto rilievo deci cantieri genovesi nel panorama nazionale e l'importanza strategica per lo sviluppo della città grazie a una costante capacità di crescita che per Ente bacini si è concretizzata fra il 2022 e il 2023 in un incremento del 12% del numero di navi, da 57 a 64, immesse nei suoi 5 bacini di carenaggio e il numero di giorni bacino da 1202 a 1347 oltre che in un incremento del 27% dei giorni di ormeggio per 109 navi.
    Risulta evidente che per sostenere questo processo di crescita, che interessa tutto il comparto delle costruzioni e riparazioni navali e un proporzionale incremento dell'occupazione sia fondamentale l'aumento delle aree a disposizione e la nuova doiga rappresenta l'occasione per realizzare nuovi tombamenti e recuperare spazi". All'incontro hanno partecipato il viceministro a Infrastrutture e Trasporti Edoardo Rixi, il direttore marittimo della Liguria, Piero Pellizzari, il sindaco di Genova Marco Bucci, l'assessore regionale con delega ai porti Alessio Piana, il commissario dell'Adsp del Mar ligure Occidentale Paolo Piacenza, il past president di Confindustria Genova e presidente di T.Mariotti Marco Bisagno, l'ad di T.Mariotti Marco Ghiglione, l'ad di Gin Genova industrie navali Ferdinando Garrè, quello di De Wave Riccardo Pompili, del gruppo Finsea Aldo Negri, di Tankoa Vincenzo Poerio e Cetena Massimo Debenedetti.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza